Sergio Nasoni: un’istituzione dello sport finalese

8
Il maestro Nasoni e il consigliere federale Buratti
Il maestro Nasoni e il consigliere federale Buratti

Personaggio” davvero speciale: il Maestro di scherma Sergio Nasoni, che nel 1983 fondò la Scuola di Scherma Leon Pancaldo, da diversi anni sezione della Polisportiva del Finale ASD.

Nato a Savona il 10 luglio del 1946, è stato, dal 1973 al 2003, docente presso il Liceo Artistico “Martini” di Savona con la Cattedra di Figure e Ornato Modellato, avendo affiancato negli ultimi anni di docenza, come suo assistente, la scultrice Renata Cuneo, da cui ha imparato l’arte dell’insegnare.

Ma, come tutti noi ben sappiamo, la scultura non è l’unica arte ad appassionare Nasoni, che, infatti, consegue, nel 1975, il diploma di Maestro di Scherma all’Accademia Nazionale di Roma. La Scherma, è un’attività sportiva che potremmo, (per citare le parole di Anna Marchiori, moglie di Nasoni e colonna della Leon Pancaldo), definire “arte regina dello sviluppo dei riflessi, intelligenza e strategia”, “classe ed eleganza”, (definizioni usate come titoli per due tra le più recenti dimostrazioni di scherma, organizzate in occasione de “La Fortezza del Benessere 2019” e del “Natale di GiuEle”).

Da quel lontano 1975, il Maestro Nasoni non ha più smesso di insegnare, anzi, ha lavorato sodo e con passione con tutti i suoi atleti, collaborando con la Nazionale Italiana Under 20, e operando in diverse Società Liguri. A partire dal 1983, poi con la sua Leon Pancaldo, ha portato diversi atleti a raggiungere risultati di livello Nazionale ed Internazionale.

Tra questi non possiamo non citare Stefano Carozzo, lo spadista che sotto la sua guida, dopo aver conquistato nel settore giovanile diversi titoli italiani di categoria e diversi titoli in coppa del Mondo, culminò la sua carriera nel 2008 alle Olimpiadi di Pechino con la vincita della medaglia di bronzo a squadre, risultato che all’Italia mancava dal 2000.

Altra atleta di rilevanza del Maestro Nasoni fu poi la spadista Noemi Piccinino che sotto la sua guida conquistò diversi podi nei campionati Italiani, partecipò a numerose Finali in coppa del Mondo e ottenne un 6° posto ai Mondiali di Tenerife. Nel 2007 Noemi conseguì il diploma di Istruttrice Nazionale.

Ed anche da quando è parte della Polisportiva del Finale, la Leon Pancaldo, ha visto emergere un’altra grande atleta: con grande impegno e tanta passione il Maestro Nasoni ha portato infatti, ai vertici Nazionali ed Internazionali Carola Maccagno.

Classe 2003, la Maccagno, ha centrato obiettivi importanti e, anche se ormai da due anni è in forza al team dell’ISEF Eugenio Meda di Torino, sotto la guida del Maestro Maurizio Mencarelli, non ha dimenticato, di essere nata e cresciuta nella Polisportiva Finalese. Sergio Nasoni, infatti, con la lungimiranza e l’altruismo che solo un grande Maestro possiede, al termine del Campionato Under 14, ha incoraggiato Carola a trasferirsi a Torino. Carola, è stata anche la vincitrice dell’ambito premio dato dalla Consulta dello Sport finalese, “Sportivo dell’Anno 2018” e proprio negli scorsi giorni, ci ha regalato un altro importantissimo risultato: “insieme alle sue compagne di Nazionale, (Margherita Baratta, Gaia Caforio e Lucrezia Paulis)”, scrivono dal MEDA di Torino, Carola “conquista una splendida medaglia d’argento nella gara a squadre del Circuito Europeo under 17 di Spada Femminile”, che si è svolto a Bratislava lo scorso sabato, 11 gennaio 2020. E di questo risultato Nasoni e tutti noi della Polisportiva, siamo davvero molto felici.

Il Maestro Sergio Nasoni nel corso della sua carriera di tecnico, ha ricevuto importanti e meritati riconoscimenti. Tra questi ricordiamo la Medaglia di Bronzo conferitagli nel 1993 dal C.O.N.I per meriti sportivi e la Maschera d’Onore alla Carriera d’Oro che ha ricevuto nel novembre 2016 dalla Fis, (Federazione Italiana Scherma);la premiazione è avvenuta a Roma, a margine dell’assemblea elettiva della Federazione. Questo, è un premio alla carriera, la massima onorificenza federale che un Maestro di scherma può ottenere, consegnato a Nasoni per una vita dedicata alla scherma, attribuibile solo a quei Maestri che abbiano allenato schermidori italiani vincitori di titoli Olimpici, Mondiali e di Coppa del Mondo.

La Scuola di Scherma Leon Pancaldo del Maestro Nasoni, opera sul territorio presso due diverse sedi di allenamento: la palestra Rivetti a Finalborgo e Palazzo Pozzo Bonello a Savona, partecipa alle manifestazioni ed agli eventi organizzati dalla Polisportiva del Finale, organizza stage, saggi e incontri di Scherma. La scuola prevede corsi di avviamento alla scherma per bambini a partire dai 6/7 anni, per i quali quest’arte viene trattata in linea generale e proposta in forma di gioco. A partire dai 12 anni il lavoro assumerà caratteristiche più specifiche, la tecnica occuperà una parte preponderante dell’allenamento e ai ragazzi si potranno proporre esercitazioni più complesse.

Afferma il Maestro Sergio Nasoni: “Sono orgoglioso di aver allenato grandi campioni come Carozzo e la Maccagno, anche se per me ogni bambino o bambina ragazzo o ragazza che sale in pedana, è già un campione”. 

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.