Pro Recco sul velluto anche con la Dinamo Tbilisi

16

Tutto facile a Novara per la Pro Recco che si sbarazza della Dinamo Tbilisi nell’ultima gara del girone di andata di Champions League: il 24-9 che matura alla Terdoppio vale il momentaneo sorpasso in testa alla classifica in attesa della sfida di sabato tra Osc e Ferencvaros.
Arte e pallanuoto nell’antipasto del match, con Massimo De Crescenzo – fratello di Paolo – ad omaggiare con tre sue opere mister Rudic e Revaz Chomakhidze, ex biancoceleste oggi guida della Dinamo Tbilisi.
In acqua la Pro Recco si diverte e per i georgiani la gara di Novara si trasforma in un incubo: otto minuti, otto gol, con le doppiette di Luongo, Di Fulvio e Filipovic impreziosite dalle singole di Mandic e Figlioli. Bijac, ancora titolare, è spettatore non pagante nell’8-0 che chiude il tempo.
Il portiere croato si supera due volte in avvio di secondo quarto su Magrakvelidze e Baraldi, poi Ivovic e Figlioli portano la Pro Recco in doppia cifra. La prima gioia della Dinamo Tbilisi arriva dopo oltre 12 minuti: il gol di Jelaca è salutato con un boato anche dal pubblico di Novara. Al rigore di Rurua, la squadra di Rudic risponde con altre tre reti, segnate da Filipovic, Di Somma e Mandic, che valgono il 13-2, passivo che Tsrepulia rende un po’meno amaro con il gol del 13-3 che accompagna le squadre al cambio campo.

Cambiano in porta i due mister – entrano Massaro e Shubladze – e il terzo parziale finisce in parità (4-4). Per la Pro Recco segnano Luongo e Ivovic su azione, Di Somma e Filipovic – al suo quarto gol – su rigore.
I biancocelesti non allentano il ritmo negli ultimi otto minuti, Fondelli scrive il suo nome sul tabellino con il gol del 18-7, Figlioli e Ivovic portano il punteggio sul 20-8. La rovesciata di Dobud, a metà tempo, strappa gli applausi convinti del pubblico. Luongo superstar nel finale, con altre due reti (cinque complessive) nel 24-9 che Mandic chiude con un bolide dei suoi.

“Il modo giusto per terminare questa prima fase di stagione – afferma mister Rudic – siamo partiti molto bene, poi abbiamo abbassato l’intensità e subito qualche gol di troppo. Nella fase conclusiva della gara abbiamo ripreso il filo e chiuso la partita nella maniera corretta”.

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.