A Genova il primo campo sportivo “4.0”

Condividi

Campi sportivi smart per le smart city del futuro: un’idea per i gestori degli impianti
A Genova è nato il primo campo sportivo “4.0”. L’idea del Genova Hockey 1980, che gestisce da alcuni anni un campo da hockey e calcio a 5 nel quartiere collinare di Quezzi, ha incontrato la professionalità di Techmakers, start-up genovese nel settore dell’IoT (“Internet of Things”).

Grazie a “Rotilio”, il dispositivo ideato a realizzato da Techmakers, il “Quezzi Blu Stadium” del Genova Hockey 1980 è il primo campo “intelligente” in Italia. Accensione e spegnimento da remoto dei fari, del riscaldamento e dell’acqua calda; misurazione e ottimizzazione del consumo di energia sono solo alcune delle cose che è possibile fare con il Rotilio di Techmakers.

La misurazione del consumo di energia, eliminando gli sprechi e ottimizzando i consumi, ha consentito un considerevole risparmio sulle bollette; l’accensione dei boiler per l’acqua calda e il riscaldamento degli ambienti, infatti, avviene quando necessario: né troppo presto, né troppo tardi. Inoltre, l’accensione dei fari che illuminano il campo può avvenire da remoto, attraverso i telefoni cellulari degli allenatori, che non devono muoversi dal campo per andare ad acendere e poi a spegnere le luci. L’App è facile, pratica e completa di informazioni e strumenti di controllo. Infine, il report settimanale, inviato in automatico in email, offre dati e grafici sul consumo di energia, dando spunti per ulteriori ottimizzazioni.

Racconta Daniele Franza, presidente del Genova Hockey 1980: “Da sportivo, ma anche da appassionato di tecnologie, nel momento in cui il mio club si è ritrovato a dover gestire un campo sportivo mi sono immediatamente reso conto che potevamo rendere più efficiente e comoda la gestione. Prima, dovevo tenere acceso il riscaldamento anche con il campo vuoto, di notte e di mattina; accendere i fari con troppo anticipo; ora riesco a vedere anche se gli allenatori hanno dimenricato le luci degli spogliatoi accese, e le posso spegnere dal mio iPhone, anche da chilomeri di distanza. Non so se il nostro è il primo campo smart in Italia, ma di sicuro lo consiglio a tutti!”

Spiega Carlo Cassinari, CEO di Techmakers: “Rotilio è il nostro strumento, pensato per l’Industria 4.0, che si è rivelato adattabile a casi d’uso molto diversi. Quando Daniele mi ha parlato del suo campetto, ho capito subito che Rotilio poteva rendergli la vita quotidiana più comoda… e fargli risparmiare anche un bel po’ di soldi in bolletta!”

Condividi

Articoli correlati

Finale Under 21 Maschile combatuttissima, Superba cede 5-4 a Tevere. Poker di Addae

È finito solo al termine di una finale equilibratissima...

I genovesi Franza e Melis ai Campionati Mondiali Master Indoor 2024

La Federazione Italiana Hockey ha comunicato i convocati per...

Genova Hockey 1980: finali indoor da incorniciare

Otto finali, otto, da Nord a Sud, dove Genova...

Tutto pronto per l’esordio del CUS Genova Hockey in Serie B Prato

Tutto pronto per l’esordio della prima squadra del CUS...