Sarzana beffato anche a Viareggio

16

A Viareggio i rossoneri avrebbero meritato almeno il pareggio. Alcune decisioni arbitrali e una pista al limite della praticabilità condizionano pesantemente il risultato. Buona comunque la prestazione collettiva. Le reti portano la firma di Jeronimo Garcia (doppietta) e Juan Moyano. 

“Un altro gol fantasma, le  immagini parlano chiaro, la pallina non è entrata. Sul gran tiro di Elia Cinquini, la pallina coglie la traversa e batte ben al di là della linea di porta. Non possiamo più permetterci queste clamorose sviste arbitrali, sembra una congiura nei nostri confronti ma ora pensiamo a noi e andiamo avanti contro tutto e tutti sono le prime parole del Presidente Corona al termine della gara che poi entra nello specifico di quanto accaduto Sull’economia del match pesa l’ennesima svista arbitrale, questa volta di Giovine di Salerno, che assegna al Cgc Viareggio un gol fantasma. Un arbitraggio, quello del salernitano, nettamente sfavorevole ai colori rossoneri. Garcia è stato espulso per simulazione quando, invece, era caduto su un fallo non evidentissimo ma era fallo, di un giocatore del CGC. Due episodi, soprattutto il primo, che hanno pesato sull’economia del match. Poi il Palabarsacchi  che ieri sera più che giocare in una pista di hockey su pista, sembrava di essere ad “Holiday on Ice” oppure a giocare a calcetto con la schiuma, con voli da una parte all’altra degni dei miglior stuntemen con seri rischi per l’incolumità degli atleti. Comunque è meglio parlare di altro – continua il Presidente –  voglio ringraziare i miei ragazzi che sono stati bravi, hanno giocato una buonissima gara, si sono ripresi psicologicamente dalla pesante sconfitta subita contro il Barcellona e hanno sfoggiato una prestazione suntuosa. Anche Simone Corona in forse fino alla vigilia ha giocato al 40 % della condizione fisica, ma  è stato determinante in più occasioni: a tal merito la società Hockey Sarzana, intende ringraziare il dott. Michele Gemignani,  lo staff medico societario Dott. Andrea Borsi e i massaggiatori fisioterapisti Andrea Antognoli e Fabio Tesconi  dello studio Attivati che a tempo di record hanno permesso il rientro del portiere rossonero infortunatosi contro il Barcellona nel primo tempo, infortunio che lo aveva costretto a lasciare la pista dopo la prima parte del secondo tempo. Ora però è inutile piangere – conclude Corona – guardiamo avanti basso profilo e al pezzo che abbiamo una salvezza da conquistare. Le prossime tre gare sono da mission-impossible, due le giochiamo al Vecchio Mercato, Forte dei Marmi e Lodi, e dobbiamo essere tutt’uno pubblico e squadra abbiamo bisogno della città e del sesto uomo”. Veniamo alla cronaca della partita: nel CGC Viareggio l’allenatore Francesco Dolce schiera nello starting-five iniziale Barozzi  a difesa della porta, Montigel, Cinquini, Muglia e Jepi Selva a disposizione in panchina D’Anna, Rosi, Puccinelli, Lombardi e il secondo portiere Torre. Bertolucci risponde con il quintetto Corona, Perroni, De Ipinazar, Borsi, Rossi. Una sconfitta davvero amara. Con i rossoneri  impegnati sabato scorso nella loro prima storica partita di Eurolega contro i “ galattici” Catalani  del Barcellona, il quarto turno del campionato slitta al mercoledì e vede di fronte nel “quasi derby”, il CGC Viareggio e i liguri del Credit Agricole Sarzana guidati dall’ex tecnico viareggino Alessandro Bertolucci. Il Credit Agricole è chiamato immediatamente a rialzare la testa dopo la sonora sconfitta rimediata contro il Barcellona. Parte subito fortissimo il Centro che in tre minuti mette due volte la pallina alle spalle di Corona. Dopo 90″ Jepi Selva apre le marcature con un missile terra aria che si va ad incastonare perfettamente all’incrocio dei pali lasciando Corona completamente immobile. Passa un minuto esatto e Muglia raddoppia con un gol dei suoi: movimento da attaccante vero in area, riceve il passaggio da Jepi Selva e girata chirurgica sotto la traversa. Credit Agricole barcolla e i Viareggini sembrano in assoluto controllo della gara. Al 14’ e 13” arriva anche la rete del 3-0 grazie ad un contropiede perfetto orchestrato dalla coppia Muglia-Rosi. L’ex breganzese guida la transizione, salta un avversario e regala un delizioso assist a Rosi che di prima intenzione gira la pallina  all’incrocio. Alessandro Bertolucci chiama il time out e scuote i suoi ragazzi, il Sarzana comincia a farsi pericolo dalle parti di Barozzi,. Un minuto dopo il gol di Rosi i liguri segnano immediatamente il 3-1. L’argentino Jeronimo Garcia si incarica di un rigore concesso per fallo di Selva, Barozzi para  la conclusione ma deve capitolare sul successivo alza e schiaccia del giovane rossonero che rimette in partita la formazione rossonera. Il Centro sembra allentare un po’ la tensione e il Sarzana preme sull’acceleratore. Il tempo che le lancette facciano un giro completo d’orologio e i liguri si portano sul 3-2. Palla persa dai bianconeri, Ipinazar va in contropiede e serve Moyano che sdraia Barozzi insaccando con un preciso rasoterra. È un turbine di emozioni continue, perchè il Sarzana in due minuti rimette il fiato sul collo al Centro, poi il “fattaccio” Cinquini scarica un missile dalla tre quarti la pallina  sbatte sulla traversa al di la della riga di porta di almeno dieci centimetri. Ma l’arbitro concede il gol tra le proteste dei giocatori rossoneri. La cosa che fa sorridere, che l’arbitro non si consulta neppure con il proprio collaboratore, indica il Centro Pista, un gol che riporta  il CGC Viareggio a + 2.

Per i padroni di casa una boccata d’ossigeno puro che parevano essere in balia degli uomini di Bertolucci. A due minuti dalla fine della frazione Muglia prova a complicare le cose ai suoi facendosi punire con il cartellino blu per aggancio su Fantozzi. Jeronimo Garcia dal dischetto è glaciale e fulmina Barozzi, mandando le squadre negli spogliatoi sul risultato di 4-3. La ripresa si giocherà su ritmi infernali, per gran parte del tempo imposti dai rossoneri, ma i protagonisti saranno entrambi gli estremi difensori. All’ 8′ i liguri raggiungono il decimo fallo di squadra, del tiro di prima s’incarica Muglia ma Corona para, Barbarisi fa ripetere fra lo stupore, è rarissimo vedere ripetere un tiro di prima quando l’attaccante prova la giocata, al secondo tentativo si presenta Cinquini ma Corona è un muro e respinge. Tre minuti dopo Jepi Selva stende Garcia e viene punito con il blu. L’argentino si ripresenta dai 7 e 40 ma, il suo alza e schiaccia finisce a lato della porta di Barozzi. I secondi 25 minuti sono pieni di cartellini e tiri diretti: così succede anche al 16′ il blu stavolta è per Jeronimo Garcia che protesta per una simulazione fischiata (fallo del giocatore del CGC invertito dagli arbitri) e viene spedito in panca puniti. Si incarica della battuta Jepi Selva ma il suo tentativo viene deviato a lato da Corona. Appena entrati negli ultimi cinque minuti di gioco il Sarzana commette addirittura il quindicesimo fallo di squadra che costa ai rossoneri l’ennesimo tiro diretto a sfavore. E su quest’ultimo succede praticamente di tutto: Muglia tira, Corona para, Barbarisi fa ripetere perché vede partire prima i giocatori, riparte ancora Muglia che prova l’alza e schiaccia ma Corona si oppone (cinque i tiri diretti parati dall’estremo difensore rossonero)  il bianconero commette fallo sul portiere impedendogli di rinviare la pallina, fallo, in particolare il decimo dei bianconeri e punizione diretta pro Sarzana. Ipinazar ha sulla stecca l’occasione di fare 4-4 ma un grande Barozzi dice ancora di no. Il ritmo imposto dai ragazzi di Bertolucci è forsennato e se possibile aumenta ancora di più nelle ultime battute. Al 24′ brivido per tutto il palazzetto quando la conclusione dello stesso Ipinazar stampa il palo. Bertolucci prova la mossa della disperazione: fuori Corona e dentro il quinto di movimento negli istanti finali di gara, ma nemmeno questo paga. Cinquini recupera in qualche modo e praticamente da dietro la sua porta trova il tracciante giusto con la sfera che rotola in fondo al sacco per il definitivo 5-3. Credit Agricole è atteso Sabato 26 Ottobre al Vecchio Mercato alle ore 20,45 contro i Campioni d’Italia del Forte dei Marmi.

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.