Felice Gimondi e la vittoria di Barcellona

120

Quel pomeriggio estivo del 1973 la locanda Mirabella a Battifollo,  paesino del cebano,  registrava il tutto esaurito,  gelati, bibite , panini , risate, allegria , quell’atmosfera anni settanta permeata di gioia e spensieratezza ….
Il Telefunken in bianco e nero ci trascinava tutti sul circuito di Barcellona , su quella collina del Montjuic dove si sarebbe deciso il campionato del mondo.

La voce del mitico Adriano De Zan ci raccontava quella giornata, in cui in quattro si giocarono l’iride: due belgi, Eddie Merckx,  il più forte, il “cannibale ” ed il giovane Martens,  favorito per un arrivo in volata, lo spagnolo Ocaña e la maglia azzurra del nostro Gimondi, troppo lento per sperare di trionfare in caso di un arrivo a quattro… quel Gimondi che ebbe solo la sfortuna di trovare sulla sua strada, dopo aver vinto un Tour all’esordio, il grandissimo ed inarrivabile Eddy….

Ma in quel caldo pomeriggio uno dei tanti miracoli che lo sport ci sa regalare avvenne e Felice da Sedrina,  paesino della bergamasca, tenace e caparbio come la gente della sua terra,  infilò il “Cannibale ” ed il giovane Martens,  trionfando sul traguardo spagnolo …

E ieri sera quando e’ arrivata la notizia che Felice se ne era andato nuotando e quindi magari faticando,  come era nella sua natura , mi ha in parte consolato….Se ne va uno degli eroi della mia giovinezza , un ciclista ma soprattutto un uomo vero…. Ciao Felice e come diceva Gianni Brera , il più grande cantore di sport , che la terra ti sia lieve!

Marco Ferrera

 

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.