Super Settebello! Battuta l’Ungheria, sabato la Spagna per il titolo mondiale

22

Un grandissimo Settebello batte i maestri magiari vicecampioni in carica, conquista il pass olimpico (prima squadra italiana a riuscirci) e torna a disputare una finale mondiale dopo otto anni dalla vittoria di Shanghai 2011, peraltro ultima medaglia iridata vinta dall’Italia. Capolavoro del cittì Campagna che sotto di due reti sul 4-2 magiaro, scuote gli azzurri che rispondono all’appello giocando una pallanuoto piena di organizzazione difensiva (otto inferiorità salvate su quindici concesse) e del solito movimento in attacco che ha nel mancino Echenique (man of the match), fantastica la rete dell’11-9, e Di Fulvio (tripletta) due realizzatori sublimi. Decisive la doppietta di Figari e la rete di Luongo che chiude la partita a 1’42” dalla fine. L’Ungheria – allenata dell’ex Tamas Marcz, olimpionico magiaro con sei presenze nel Settebello con cui ha conquistato nel 2012 il bronzo in World League ad Almaty – non batte gli azzurri ai mondiali dalla finale di Barcellona 2003 (ai supplementari).

Sabato 27 luglio alle 18.30 locali, le 11.30 in Italia, gli azzurri sfideranno la Spagna che lo scorso anno li ha battuti per 7-5 nella semifinale europea di Barcellona dal finale polemico, ricordata per l’evidente rete segnata da Figlioli che non fu convalidata (pallone ritenuto non entrato completamente) e che probabilmente avrebbe mandato tutto ai rigori. Qui è diverso perchè le nuove regole hanno portato anche il Var che oggi ha convalidato un gol per parte.

“Esserci qualificati per l’Olimpiade rappresenta un grandissimo risultato, ma vincere l’oro mondiale avrebbe un sapore completamente diverso, perciò dobbiamo assolutamente resettare il prima possibile questa grande partita – asserisce Campagna – E’ stata una sfida meravigliosa sotto tutti i punti di vista. Anche emotivi. Credo che il pubblico si sia divertito moltissimo per l’alternanza del risultato. Abbiamo tenuto, malgrado errori commessi, e siamo stati bravi a rispondere colpo su colpo agli avversari. Quando si battono grandi squadre come questa Ungheria è sempre una soddisfazione particolare. Sono molto felice per i ragazzi. A Tokyo ci penseremo da domenica, adesso c’è una finale da affrontare. La Spagna ha una squadra molto forte, che ci ha battuto l’anno scorso all’europeo per un episodio contestato. Loro sono favoriti, stanno giocando molto bene. Noi dovremo essere molto bravi tatticamente, ma soprattutto fisicamente e mentalmente”.

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.