Herculis tra un mese a Monaco: c’è Tortu!

64
Filippo Tortu (Colombo/Fidal)
Filippo Tortu (Colombo/Fidal)

Manca poco più di un mese a Herculis EBS 2019 (Monaco, Stade Louis II, venerdì 12 luglio) e cominciano a giungere le prime conferme dagli atleti che parteciperanno al prestigiosissimo meeting di atletica monegasco, uno dei 14 facenti parte della IAAF Diamond League 2019 (il circuito dei quattordici meeting di atletica leggera più importanti al mondo con tappe in Asia, Stati Uniti e Europa – Doha, Shanghai, Eugene, Roma, Birmingham, Oslo, Stoccolma, New York, Montecarlo, Londra, Losanna, Parigi, Zurigo e Bruxelles – che si svolgono nel periodo tra maggio e settembre).

Sarà come sempre un parterre di altissimo livello, probabilmente uno dei migliori al mondo, con l’obiettivo di qualificare come sempre Herculis EBS ai primissimi posti della speciale classifica dei meeting IAAF, come è stato anche nel 2018.

Per gli appassionati italiani, occhi puntati sull’esordio a Montecarlo di Filippo Tortu nei 100. Tortu, detentore del record italiano dei 100m con 9″99, gareggerà contro l’americano Noah Lyles, titolare del 19″65 record del meeting sui 200m ottenuto nel 2018 e con il vincitore dei Giochi asiatici Bitgian Su, detentore dal 2018 del record d’Asia con 9″91. Lyles e Tortu avevano terminato al 1° e al 2° posto ai Campionati del mondo juniores nel 2016.

Scontro fra campionesse nei 200 femminili, con 3 medaglie degli ultimi campionati del mondo. Shaunae Miller Uibo, che lo scorso anno ha battuto il record della IAAF Diamond League sui 400 (48″97), Marie-Josée Ta Lou, vincitrice nei 100 nel 2018 e Dafne Schippers, campione del mondo e vice campione olimpica nei 200.

Grande attesa per i 400 ostacoli femminili, dove saranno in gara la campionessa del mondo, la campionessa d’Europa e la detentrice del record del mondo juniores. Kori Carter, campionessa del mondo 2017 a Londra dopo aver vinto a Monaco ritroverà la svizzera Lea Sprunger, campionessa d’Europa indoor sui 400 piani, e la nuova stella mondiale Sydney McLaughlin che ha aperto la stagione con un secondo posto sui 400 al meeting di Shangai e che sarà in gara anche a Oslo. Il record del meeting (Lashinda Demus, 52″63, nel 2009) è più che mai in bilico.

Il salto triplo femminile – infine – si disputerà al Porto Hercule di Monaco. Dopo il successo della prova di lancio del peso in piazza del 2018, il Meeting HERCULIS EBS 2019 ci riprova (giovedì 11 luglio, ore 19:00) all’aperto, in piazza, con il salto triplo femminile. La campionessa olimpica e atleta dell’anno 2018 Caterine Ibarguen (detentrice del record della IAAF Diamond League con 15.31m, stabilito proprio a Monaco nel 2014) verrà sfidata della campionessa mondiale Yulimar Rojas (record personale di 15.02m).

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.