Andrea Ottone si aggiudica la prima edizione del Memorial Guido De Cet

33
banner_696x100genoasamp

Andrea Ottone (nella foto a sinistra di Polverosi), battendo in finale Federico Polverosi, si aggiudica la prima edizione del Memorial Guido De Cet organizzata – per l’occasione  a “reti unificate” da parte di FIBIS e UISP genovesi: a volta si attraggono, molto spesso si respingono – in ricordo della “leggenda” del biliardo recentemente scomparso. Posti d’onore per Gianni Porcu e Daniele Malerba.

Il portacolori del Circolo Unione si aggiudica il gradino più alto dopo un match ben giocato da entrambi anche se in avvio Polverosi ha palesato una leggera stanchezza e un po’ di appannamento, manifestata già in chiusura di semifinale contro Malerba. Un torneo molto sentito da parte del giovane alfiere del Club Uguaglianza, recentemente campione provinciale a squadre di Prima categoria con il club di Cornigliano, visto il reciproco feeling che accomunava uno dei più forti, se non il più forte, giocatore di tutti i tempi e uno dei giovani più talentuosi del panorama nazionale. Tutto questo pathos deve avere inconsciamente condizionato la finale: «Non sono partito benissimo – tiene a sottolineare Federico Polverosi – di conseguenza sono stato costretto a rincorrere Andrea Ottone che da par suo stava disputando un’ottima partita. Sul finire mi sono leggermente ripreso, cercando anche di chiuderla ma non ce l’ho fatta. Onore al merito al mio avversario: Ottone ha decisamente meritato più di me la vittoria finale».

Oggi pomeriggio, ore 14,30, il via all’ultimo trofeo della manifestazione palazzetto dell’ABG: la terza edizione del Memorial individuale dedicato a Marco Pastorino, mentre domani la fase di finale in concomitanza con la conclusione dei provinciali a coppie di B e la staffetta a due giocatori di Prima categoria. Infine, lunedì ore 21, sempre nei locali dell’Associazione Bocciofila Genova, la premiazione di tutti i vincitori farà calare il sipario su questa edizione made in Unione Italiana Sport per Tutti.

 

 

 

 

Condividi