Vertici e team emiliani UISP boicottano a Genova finale nazionale a squadre. Scudetto agli Amici Certosa

Tradito il gruppo organizzativo genovese dell’UISP da parte dei vertici nazionali dell’Ente di promozione sportiva. Il team genovese, ha coordinato per filo e per segno la fase finale dei campionati nazionali a squadra di Prima categoria in calendario lo scorso weekend presso il palazzetto dell’ABG,

Grande è stata la delusione domenica mattina: dapprima l’assenza, senza alcuna comunicazione e giustificazione, di ben quattro – Bologna, Pesaro, Ferrara e Parma – formazioni affiancata, inoltre, dalla non presenza di alcun delegato nazionale per le premiazioni.

Molto difficile commentare tale atteggiamento che è un mix tra mancanza di rispetto del lavoro altrui e una sudditanza psicologica verso entità superiori in numeri di tesserati decisamente superiori. «Io mi chiedo – non si dà pace Fabio Provenzano presidente del team genovese UISP – se un comportamento genere al contrario sarebbe mai stato  accettato senza colpo ferire? Esigo risposte e scuse per quanto accaduto e che mai più deve accadere.

Noi giocatori genovesi ogni anno percorriamo migliaia di chilometri per venire in Emilia Romagna, e lo comprendo anche visto che lo “zoccolo duro” del movimento è da voi, dove la nostra passione ci porta partecipare a più eventi nazionali possibili. Si organizza una manifestazione importante sotto la Lanterna e non si presentano ben quattro squadre: è una vergogna. Devono farlo tutti il consiglio nazionale, tutti i circoli assenti e tutti i giocatori. Dopo aver trascorso un anno ad organizzare questo evento al meglio, trovata location bellissima nel Palazzetto dell’ABG, subiamo questo tradimento?

Credo sia un atto gravissimo e senza precedenti, Mi auguro che chi ha sbagliato, l’elenco mi sembra abbastanza nutrito, venga squalificato in maniera esemplare, mentre tra gli organizzatori è basilare che ognuno faccia onestamente il proprio lavoro e che si cominci ad usare il buonsenso oramai introvabile».

Infine, si è anche giocato, poco ma si è giocato quanto è bastato per la conquista del meritato scudetto di Prima categoria a squadre per la formazione degli Amici Certosa (nella foto da sinistra in basso Massimo Bozzo, Nicodemo Bruzzese, Federico Fratoni, Maurizio Piras, Alessandro Ursida, Andrea Costantini, in piedi Stefano Ronci, Lorenzo Stagnaro, Diego Malaspina), vittoriosa in finale contro il team Pub La Botte di Modena.

Mentre per quanto concerne la fase provinciale, da segnalare il successo di Marco Lorenzini che si aggiudica il titolo individuale di C.  Il portacolori del circolo Circolo Testana regola in finale Paolo Branca del Circolo Amici Certosa. Posti d’onore per Enrico Mazzitelli (Santa Zita) e Gianfranco Morandi (Castellaccio).

 

 

 

 

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.