Grande apertura a Boissano per stagione outdoor

113
banner_696x100genoasamp

L’impianto sportivo intercomunale di Boissano in “overbooking” per il primo appuntamento outdoor 2019, “Stagione outdoor dell’atletica ai primi appuntamenti.
Manifestazione d’apertura con “BOISSANO SPRING”, con organizzazione tecnica di Atletica Arcobaleno Savona con il supporto del Boissano Team e di Atletica Run Finale Ligure ed il patrocinio del Comune di Boissano e dei Comuni che partecipano al progetto di gestione della struttura, con in primo piano il Comune di Finale Ligure ed il Comune di Loano.
Importante il confermato supporto della Fondazione Agostino De Mari che sta consentendo il completamento delle dotazioni dell’impianto divenuto negli anni una delle strutture principali dell’attività di atletica leggera in regione… e non solo!
Oltre mille atlete ed atleti hanno risposto “presente” a questa prima occasione di incontro. Partenza con una miriade di piccoli atleti nella mattinata e alle 13 è già in pedana il funambolico Marco Lingua. Il martellista piemontese esprime il suo potenziale in un lancio “controllato” nel riscaldamento che atterra oltre i 74 metri. Poi in gara ottima apertura con 72,35 Marco probabilmente vuole strafare… e ne fa le spese la super gabbia di protezione che assorbe 5 bordate consecutive sul lato sinistro.

Il commento di Marco è però assolutamente positivo: nel confermare parole di elogio per la struttura e per l’intera organizzazione conferma che sarà nuovamente presente nel corso di questa stagione!

Nella gara riservata agli allievi vola l’attrezzo da 5 kg di Davide Costa. Il portacolori del Cus Genova sfiora i 70 metri: con 69,48 l’allievo di Walter Superina sigla il nuovo record regionale di categoria.
Anche l’allieva Ilaria Marasso (Trionfo Ligure) non scherza e lancia a metri 59,99. Alle sue spalle cresce bene Clara Degni (Arcobaleno) che si porta a 39,26.
Si parte quindi con le gare su pista ed i “numeri” scandiscono… Oltre 40 serie di 80 piani (che significa circa 240 partenti…), Oltre 30 di 150…

Difficile riuscire ad estrapolare in una sintesi logica i crono o le misure (parlando di concorsi) più significativi.
Citiamo in primao luogo Stefania Biscuola, leader dell’Atletica Arcobaleno, che fa doppietta con crono di spessore: vittoria sui 600 corsi in 1.32.28 e subito dopo sui 300, corsi in 40.76. Risultati che confermano tutto il valore dell’allieva di Andrea Bello e lasciano trasparire le sue notevoli ambizioni per l’annata che va ad iniziare.

Soffermandoci al settore assoluto, in campo femminile riassumiamo le vincitrici: sugli 80 piani si impone in 10.46 Marella Toblini (Arcobaleno). Nei 150 è testa a testa Arcobaleno tra Anabel Vitale e Debora Nemin: la spunta di pochissimo Anabel, 18.92 contro 18.96, con la quotata Giulia Guglielmi (Atletica Brescia 1950) a completare il podio con 18.99.
Il miglio se lo aggiudica la biellese Lucrezia Mancino (UGB) che prevale su Aurora Bado (Arcobaleno).
Nell’alto Erica Paris (Maurina) vince la gara con 1.50, a pari misura con Alice Gaiaudi (Arcobaleno), nel lungo Sara Chiaratti si impone con un miglior salto di m. 5,59 e centra poi un ottimo 41.21 nel lancio del giavellotto.

Passando al settore maschile 80 piani con tripletta Trionfo Ligure, con vento appena sopra la norma: vince Matteo Lessi in 8.94, a 2 centesimi termina Adeshola Ayotade, quindi Francesco Maria Gallo che chiude in 9.04. Il toscano Fabio Pierotti fa doppietta su 150 e 300, correndo la distanza più breve in 16.40 e “doppiando” in 34.77. Sui 150 alle sue spalle Ayotade in 16.49 e Luca Biancardi (Arcobaleno) che rientra con 16.50. Sui 300 secondo è Lessi in 34.84 ma desta grande impressione l’allievo Marco Zunino (Arcobaleno) che rinviene molto forte sul finale e termina in un ottimo 34.84.

Gara appassionante sui 600 con gran finale di Matteo Guelfo (Trionfo Ligure) che supera Riccardo Bado (Arcobaleno) e Alessandro La Mantia (Atletica Spezia Duferco).

Nel miglio ad imporsi è Andrea Torre(Trionfo Ligure) su Paolo Rucci (Cus Torino) e Andrea Di Molfetta (Arcobaleno).

Nell’alto vittoria per Simone Luminoso (Trionfo Ligure) con m. 2,05, mentre nel lungo ad imporsi è Francesco Girardi (Arcobaleno) con 6,40. Il giavellotto vede l’affermazione di Denis Canepa (Arcobaleno) con un miglior lancio a m. 56.51.

A compensare il grande lavoro svolto dall’organizzazione locale ed in particolar modo dai volontari del Boissano Team giungono i complimenti e le felicitazioni della totalità dei partecipanti, per una giornata sicuramente molto impegnativa (con 7 ore ininterrotte di competizioni nel pomeriggio), ma chiaramente da incorniciare!

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.