Pro Recco Pallanuoto

215

La tredicesima Coppa Italia e il trentaduesimo Scudetto: la Pro Recco si riconferma la squadra più forte d’Italia, ma sfiora solamente la Champions League, persa in finale alla Sciorba contro i greci dell’Olympiakos.
L’atto finale della Coppa Italia 2018 non regala colpi di scena: la Pro Recco conquista il trofeo battendo il Brescia per 7-5 nello Stadio del Nuoto di Bari. Lo fa con una partita magistrale in fase difensiva, sempre davanti nel punteggio agli avversari. Per il club biancoceleste è la sesta Coppa Italia consecutiva, la tredicesima da esporre in bacheca.
Bacheca che qualche mese più tardi accoglie l’ennesimo Scudetto. Quello che i biancocelesti vincono a Siracusa contro il Brescia è il numero 32, il tredicesimo consecutivo. Bellissimo, sofferto e meritato come certifica il risultato: 8-5 il finale alla Caldarella in un match sempre sotto controllo.

Il grande appuntamento però si gioca a Genova, alla piscina Sciorba, trasformata in un gioiello per la Final 8 di Champions League che la Pro Recco organizza in casa. Diretta esclusiva su Sky Sport, grazie ad un accordo storico con la Pro Recco, oltre duemila posti a sedere, due gradinate aggiuntive, le migliori squadre al mondo pronte a darsi battaglia in acqua. Una intera città spinge i biancocelesti che prima vincono ai rigori il quarto di finale contro il Brescia, poi superano lo Jug Dubrovnik in semifinale. L’atto conclusivo regala solo dolori: vincono i greci dell’Olympiakos per 9-7 e la coppa più ambita sfugge ancora per pochissimo.
Il colpo dell’estate, allora, arriva in panchina: il presidente Felugo chiama il numero uno al mondo, Ratko Rudic. Croato, nato il 7 giugno del 1948 a Belgrado, è da tutti riconosciuto come il più grande coach di pallanuoto di tutti i tempi. “Uno dei migliori, se non il migliore, allenatore di pallanuoto che abbia mai calcato il bordo piscina”, lo ha definito la International Swimming Hall of Fame. Il suo palmarès, d’altronde, non teme rivali: i quattro ori olimpici conquistati al timone di tre nazionali diverse (Jugoslavia 1984 e 1988, Italia 1992, Croazia 2012) sono l’apice di una carriera costellata di infiniti successi. Da giocatore ha militato nello Jadran di Spalato e nel Partizan Belgrado, squadra che ha allenato anche per una stagione all’inizio della sua carriera da mister prima di guidare solo nazionali: Jugoslavia, Italia, Stati Uniti, Croazia e Brasile. L’ultima esperienza risale al 2016: alla guida della selezione verdeoro, Rudic è stato in grado di battere i campioni della Serbia alle Olimpiadi di Rio. Entusiasmo, idee chiare e adrenalina a mille. L’uomo delle grandi imprese ha una nuova missione: riportare la Pro Recco sul tetto d’Europa.

La grande pallanuoto torna ancora su Sky Sport con le partite della Pro Recco in Champions League. Sky Sport trasmette per la stagione 2018/2019 tutte le partite dei biancocelesti, dalla Regular Season alla Final 8 in programma ad Hannover. “Alcuni mesi fa sembrava una conquista portare il nostro sport su Sky anche solo per le finali di Genova – ammette il presidente della Pro Recco Maurizio Felugo -. Oggi quel sogno diventato realtà compie un ulteriore passo in avanti: per tutto l’anno le telecamere di Sky Sport seguiranno la Pro Recco anche fuori dalla vasca per far conoscere, sempre di più, la pallanuoto e i suoi protagonisti. È un risultato straordinario, impensabile fino a qualche anno fa. Lo abbiamo raggiunto con il lavoro, creando un’identità forte e comunicando nella maniera giusta. Ringrazio il direttore di Sky Sport, Federico Ferri, che da subito ha creduto nella Pro Recco e nel prodotto pallanuoto: l’accordo siglato permetterà la crescita e la promozione del nostro sport nella vetrina più prestigiosa”.
L’inizio della squadra biancoceleste in Champions League è come sempre da cannibale: solo vittorie nel girone di andata, un percorso incoraggiante con la speranza di raggiungere la vetta più alta d’Europa. Ivovic prende la fascia di capitano da Tempesti, che con grande senso di responsabilità fa un passo indietro per dare un segnale al gruppo.

La Champions League itinerante
Portare i grandi campioni e il brand Pro Recco nelle realtà che hanno fame di pallanuoto, alimentate da società appassionate e competenti che ogni giorno lavorano per far crescere questo sport a riflettori spenti. La Champions League biancoceleste diventa itinerante per la prima volta nella storia di questa competizione. La prima tappa, a Novara, è un successo di pubblico con oltre mille persone a gremire la vasca. La scelta di Felugo si allarga così a Bologna, dove la Pro Recco gioca due gare, e Torino, teatro della grande sfida con il Barceloneta.

La Pro Recco Academy
Giacomo Pastorino è il nuovo responsabile della Pro Recco Academy. La scelta dell’ex portiere recchelino e del Settebello, vice campione olimpico e medaglia d’oro ai mondiali di Shanghai, testimonia l’importanza dei giovani nel progetto di crescita del Club fortemente voluto dal presidente Maurizio Felugo nell’agosto del 2016. Nuovi ingressi arricchiscono la pattuglia dei piccoli caimani: l’Academy raggiunge anche le Marche e l’Emilia Romagna, creando un network di società che crescono e migliorano con la supervisione della Pro Recco.

Ratko Rudic: il tecnico per la stagione 2018/2019

La Rosa 2018/2019: Stefano Tempesti, Marko Bijac, Francesco Massaro, Niccolò Figari, Aleksandar Ivovic, Francesco Di Fulvio, Niccolò Gitto, Luca Cupido, Alessandro Velotto, Vincenzo Renzuto Iodice, Luka Bukic, Guillermo Molina, Dusan Mandic, Filip Filipovic, Gonzalo Echenique, Joe Kayes, Niksa Dobud, Matteo Aicardi, Michael Bodegas. Allenatore: Ratko Rudic. Vice: Jonathan Del Galdo. Preparatore atletico: Willians Morales. Direttore Sportivo: Arnaldo Deserti.

www.prorecco.it

Condividi
Redazione
Dal 1998 a oggi, dalla redazione di LiguriaSport.com molti giovani hanno preso il “volo” diventando giornalisti professionisti al servizio di giornali, TV, radio e agenzie nazionali. LiguriaSport.com è l'unico vero punto di riferimento dell'informazione sportiva on-line in Liguria. Dalla competenza e passione dei nostri giornalisti nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport.