Associazione Italiana Allenatori Calcio

85
Ugo Maggi

La nostra storia si arricchisce di un altro anno in cui abbiamo operato sul territorio al meglio, rispettando quelli che sono i nostri impegni e seguendo la nostra passione per il Calcio.


I nostri soci sono cresciuti, da 751 siamo passati a 918, e il dato è molto significativo, perché nonostante le difficoltà del periodo di crisi in cui viviamo, no solo teniamo, ma abbiamo anche leggermente aumentato i numeri. Credo sia davvero un segnalo molto importante.
L’Associazione Italiana Allenatori Calcio (AIAC) nasce nel 1966 e le sue motivazioni sono spiegate dall’avvocato Ernesto Corigliano, nella prima assemblea tenutasi a Firenze il 20 luglio 1967, dove fu eletto Presidente il dott. Fulvio Bernardini, allora allenatore della Sampdoria. Fino al 1973 l’associazione svolge la sua attività a Genova, in mezzo a non poche difficoltà, sia logistiche che economiche.

Poi, appunto, proprio nel 1973, avviene il primo riconoscimento ufficiale, allorché viene assegnata la sede presso il Centro Tecnico Coverciano. Da questo momento in poi inizia una storia ricca di eventi e di conquiste, dei quali citiamo i più significativi: nel 1981, con l’entrata in vigore della legge sullo sport (nota come legge 91), l’AIAC diventa la sola associazione riconosciuta a trattare con gli organi competenti, i problemi relativi alla categoria dei tecnici. Nel 1987 entra nella gestione della Figc pur se con una funzione solo consultiva, mettendo le basi per una successiva svolta che avverrà nel 1999, quando a seguito dell’emanazione di un Decreto Legge da parte del Ministro per i beni e le attività culturali Giovanna Melandri, finalmente viene acquisito il diritto di partecipazione attiva al governo del calcio insieme alle altre componenti federali (Leghe A e B, Lega Pro I e II div., Lega Nazionale Dilettanti, AssoCalciatori e Associazione Arbitri).
Questa prestigiosa collocazione, ottenuta attraverso il contributo e la dedizione di tutti coloro che hanno dato la loro volonataria adesione, ha contribuito a rafforzare l’AIAC che attualmente è presente su tutto il territorio nazionale.

La direzione nazionale é a Coverciano (Firenze) mentre in tutte le Regioni é presente un Presidente Regionale con un consiglio, così come nelle province un Presidente e un consiglio provinciale.
L’AIAC é un’associazione senza fine di lucro ed ha per scopo la tutela degli interessi sportivi, professionali, morali ed economici degli allenatori di calcio, la diffusione e lo sviluppo dello sport calcistico, con particolare attenzione alla questione giovanile. A tale scopo si organizzano incontri, aggiornamenti tecnici, iniziative utili per le formazione e l’educazione ai valori dello sport.

Dall’inizio del 2013 è affidata all’AIAC la gestione sul territorio dei Corsi di Aggiornamento Obbligatorio istituiti dalla FIGC e organizzati dal Settore Tecnico di Coverciano. Un’altro risultato importante e fondamentale per la la crescita dei tecnici.
Ogni anno l’Aiac continua la sua opera al servizio dei tecnici con significativi passi avanti.
Novità molto apprezzata negli ultimi anni è stato il corso nelle carceri di Marassi. Un grande successo con 20 allievi che si sono impegnati con entusiasmo e con ottimo profitto. Questa iniziativa sicuramente proseguirà nel 2018.

Da evidenziare, poi, la nomina dell’avvocato Simone Mariani nella Commissione di Studio sui Profili di Rischio del Calcio.
Oltre alla presenza delle figure già presenti nel panorama nazionale professionistico (Direttori Tecnici, Allenatori Professionisti di 1^ cat. UEFA PRO – Allenatori Professionisti di 2^ cat. UEFA “A”) e nel panorama dilettantistico (Allenatori di Base UEFA “B- Allenatori dilettanti di 3^ categoria- Istruttori di Giovani Calciatori) sono nate altre due nuove figure che sono l’Allenatore di Giovani UEFA “C” e l’Allenatore dilettante per allenare la I^ II^ e III^ categoria. Categorie che stanno diventando operative, costituendo un passo avanti nella marcia di avvicinamento a quell’obiettivo chiaramente identificato nel raggiungimento della obbligatorietà del tecnico per tutte le categorie.

L’Aiac Liguria, inoltre, provvederà ad organizzare sul territorio corsi di aggiornamento specifici per i tecnici operanti nei Settori Giovanili, dato il grande impulso che il Settore Tecnico Federale e la Scuola Allenatori diretta dal Presidente Nazionale, Prof. Renzo Ulivieri, hanno deciso trasmettere, insegnando nuove metodologie che cambieranno radicalmente il sistema attualmente in essere.

Condividi
Cristina Cambi
Appassionata di Sport e di ... Cucina. Scrivo per LiguriaSport.com, aggiorno l'Annuario Ligure dello Sport e l'Annuario Nazionale Ussi, faccio parte del team di Stelle nello Sport e ho creato il sito ingredienti.org perchè mi piace sperimentare "formule" per mangiare meglio.