Ciccionesi mattatore. Nel campionato di A balzano in vetta Santa Zita e Amici Certosa

45

Massimo Ciccionesi, dopo aver conquistato la scorsa settimana il primo posto nella quarta prova provinciale a coppie di A con Valeria Terravecchia, conquista anche il gradino più alto nella quarta prova di selezione alle qualificazioni nazionali disputata presso il Circolo Santa Zita. Al secondo posto di è classificato Fabio Provenzano tesserato per l’Anpi San Teodoro. Posti d’onore per Daniele Malerba (Santa Zita) e Arnaldo Medori (Anpi San Teodoro).

Campionato di A. Cambio di guardia, a tre giornata dalla conclusione del girone di qualificazione alla fase finale, in vetta alla classifica. Dopo la clamorosa battuta d’arresto contro l’Associazione Lucani, la capolista Circolo Uguaglianza viene scavalcata dalle formazioni “1” dei circoli Amici Certosa e Santa Zita. I primi – grazie ai successi del singolo Federico Fratoni, di Maurizio Piras nei due match in coppia con Fabio Fabbricotti e Riccardo Della Godenza, del duo Alessandro Ursida/Ivano Gadaleta – sconfiggono 4-2 il Santa Zita 2, mentre i secondi non vanno oltre la parità – vittorie dei tre individualisti Massimo Ciccionesi, Gianni Cadile e Alfredo Lanata – contro l’Anpi San Teodoro che conquista tre punti ad opera del doppio successo di Fabio Provenzano, in coppia con Gaetano Arnone nella prima e Arnaldo Medori nella seconda e del duo formato da Alessio e Mauro Binot. Scivola al secondo posto, ad un solo punto, l’Uguaglianza che conquista un solo punto, con la coppia formata da Federico Polverosi e Stefano Sallemi, contro i campioni uscenti dei Lucani che vanno a segno con i doppi successi di Fabio Michelotti e Matteo Sanguineti (nei singoli e in coppia), con Omar Di Florio nel terzo singolo e con la coppia Massimiliano Timossi/Massimo Lovisa.

Campionato di B. Lotta a due per la leadership del Girone 1. La compagine del Circolo Santa Zita 3 – grazie al doppio successo di Attilio Muceli, in coppia con Valter Reggiardo nel primo match e con Paolo Cannavino nel secondo, del singolo Andrea Moglia e dell’altra coppia formata da Stefano Bruni e Andrea Pavan – passa in casa della capolista Soms Sori – si deve accontentare di soli due punti conquistati dai singolaristi Luciano Bisso e Nicodemo Bruzzese – e si porta a sole due lunghezze dalla vetta. Non cambia la musica nel Girone 2 con due formazioni a contendersi la prima piazza e divise tra loro da soli due punti. Comanda il Circolo Santa Zita 2 che grazie ai due successi di Alfredo Lanata, entrambi in coppia con Mauro Perino e successivamente con Piero Biggi, di Michele Cirrincione nel singolo e l’altra coppia formata da Francesco Lacetera e Giuseppe Vallone, si sbarazza della Polisportiva CAP, mentre il Circolo Uguaglianza fa “cinquina” in virtù del doppio successo di Ivan Timossi, singolo e in coppia con Maurizio Mesiti, da Riccardo Della Godenza nell’individuale e delle altre due coppie formate da Giancarlo Tarzia/Nicola Novello e Patrizio Serra/Ivano Gadaleta, contro il team del San Pietro di Avegno.

Campionato di C. Il Genoa Club Lagaccio, grazie al successo per 3-0 contro il Centro Sociale Testana, mantiene il comando del Girone 1 con due punti di vantaggio sui circoli Uguaglianza e dei Trenta. Per i “rossoblu” determinanti i successi del singolarista Antonio Iannino e delle due coppie Vincenzo Cozzolino/Alessandro Mennella e Massimo Lignani/Giuseppe Arena. Al secondo posto l’Uguaglianza (2-1 alla Speranza Concordia per merito dei successi del singolo Aurelio Graffione e della coppia Abbil/Angelo De Astis) raggiunge il Circolo dei Trenta (del singolo Pietro Zunino il punto della bandiera ) sconfitto di misura in casa della Polisportiva CAP (successi delle due coppie  Alessandro Vanni/Giorgio Arduino e Gabriele Laguzzi/Maurizio Costi) terza in graduatoria a quattro lunghezze dalla capolista. Sorpresa nel Girone 2 con la sconfitta casalinga di misura della capofila Unione dal Circolo Castellaccio. Risultato che consente al team del San Fruttuoso Marassi – vittorie del singolo Andrea Vincenzo Dagnino e delle due coppie Fausto  Campi/Marco Masè e Luigi Campi/Roberto Romeo – di sconfiggere a punteggio pieno il Santo Stefano di Sestri Levante e portarsi solitario al comando con una sola lunghezza di vantaggio.

Condividi