Pro Recco a tripla velocità contro l’Eger

24
Matteo Aicardi

La Pro Recco batte l’Eger a Bologna per 17-7 e allunga in vetta: il risultato maturato alla “Carmen Longo” – ancora una volta stracolma – consente alla squadra di Rudic di andare a +5 sulle inseguitrici, Brescia e Barceloneta, protagoniste di un pari nello scontro diretto. 

Partenza bruciante dei biancocelesti che ritrovano Bijac tra i pali: segnano Ivovic, alla prima superiorità, e Filipovic, costringendo il tecnico magiaro a chiamare time out dopo appena due minuti. Serve a poco perché trascorrono 80 secondi e Filipovic serve Ivovic per il 3-0. L’Eger ha una timida reazione con Vlachopoulos, a segno da posizione centrale con Figari nel pozzetto. Il numero 9 si fa perdonare con un alzo e tiro micidiale che bacia il palo di Csiszar per il 4-1 che chiude il primo parziale.

Pro Recco cannibale anche nel secondo tempo: Renzuto Iodice trasforma due superiorità, poi l’uno contro zero di Aicardi, il tocco rapace di Velotto sulla respinta del portiere e il terzo gol di Ivovic, portano le squadre sul 9-1 all’intervallo lungo.

Dabrowsky prova a scuotere i suoi, ma l’alzo e tiro vincente di Gyarfas in avvio di terzo quarto è un fuoco di paglia, perché la Pro Recco infila altri cinque gol prima della sirena: doppio Echenique da posizione 3 e controfuga, diagonale di Velotto in superiorità, super girata di Mandic e rigore trasformato dal bomber biancoceleste, Di Fulvio, per il 14-2 che non ammette repliche. E allora gli ultimi otto minuti assumono i contorni dell’allenamento. C’è Tempesti in porta e l’Eger fa suo il parziale (3-5). Nella Pro Recco in rete Aicardi (controfuga), Echenique e Mandic.

“I ragazzi hanno applicato quello che gli avevo chiesto – commenta mister Rudic  a fine gara – e quando giochiamo così in fase difensiva è molto difficile per gli avversari contrastarci. Siamo stati pazienti in attacco e poi quando il divario è diventato ampio ci siamo rilassati, ma è normale. Fuga in classifica? Non mi interessa, non concentriamoci su quello che fanno gli altri: noi entriamo in gara per vincere ogni partita e quando giochiamo come oggi diventa più facile”.

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.