Arcobaleno Savona: un anno da ricordare

25

Tempo di bilanci, a scavalco tra una stagione densa di soddisfazioni che va a concludersi ed un nuovo anno che si preannuncia, se possibile, ancora più impegnativo ma certamente stimolante!
Questa la fotografia dell’Atletica Arcobaleno Savona che si appresta ad affrontare una nuova stagione ai vertici del movimento ligure e, perché no, nazionale.
Confermate le società collegate “storiche” (Atletica Varazze, Atletica Run Finale, Nuova Atletica 92, Athle Team e Centro Atletica Celle Ligure) torna a far parte del gruppo anche il CFFS Cogoleto, sodalizio che nel 1992 aveva partecipato alla nascita dell’Arcobaleno.

Ma, prima di parlare del futuro, il Presidente Santino Berrino sfoglia il riepilogativo dei risultati 2018 e sottolinea alcuni dei momenti più significativi di un gruppo che quest’anno è arrivato a contare quasi 200 atleti/e tesserati.

L’analisi parte dai risultati di squadra. Nel settore assoluto doppia qualificazione per le finali B interregionali del Campionato di Società. Con i maschi addirittura “sfiorata” quella che sarebbe stata una storica finale Bronzo (top 36 club in Italia), con un clamoroso 38° posto al termine dei due round di qualificazione.

Comunque nella finale svoltasi a Giugno in quel di Tivoli l’Arcobaleno ha conquistato una ottima 6° posizione in campo femminile, risultato abbinato all’8° piazza per la formazione maschile. Risultati che tradotti in ambito ligure significano leadership per le ragazze e medaglia d’argento per i boys.

Tra le ladies la regina è una volta di più la mezzofondista biellese Stefania Biscuola. L’allieva di Andrea Bello ha inanellato una serie di prestazioni superlative nell’arco dell’intera stagione, avviata con una splendida medaglia di bronzo in occasione dei Campionati Italiani Assoluti Indoor di Ancona e conclusa con un ottimo 6° posto agli Italiani Assoluti outdoor di Pescara in settembre. Sempre sugli 800, gara in cui ha portato il primato personale ad un ragguardevole 2.05.62. E infine il suggello in quel di Milano il 15 settembre: 1.11.82 sui 500, seconda prestazione italiana all time.

Arianna Pisano ha a sua volta attraversato l’intero anno partendo da buoni riscontri nell’ambito nazionale nei mesi invernali (tra questi il 12° posto ai Campionati Indoor Promesse di Ancona nella 3 km di marcia) sino a giungere al 19° posto conquistato nella 10 km di marcia in occasione degli Assoluti Indoor di Pescara a settembre.
Nel corso della stagione opportunità di buona evidenza in occasione dei Campionati Italiani di categoria per Elena Chiesa (giavellotto), Debora Nemin (100 e 200 metri) e per la lanciatrice Giulia Brunelli. In buona crescita la lunghista/ostacolista Martina Armenia.

Tra le allieve hanno brillato la mezzofondista Aurora Bado (splendido 8° posto ai Campionati Italiani di Rieti sui 1.500 metri ma anche tutta una serie di prestazioni e piazzamenti di rilievo anche nel cross, nella corsa su strada e nelle distanze che vanno dagli 800 ai 5.000 metri), la giavellottista Silvia Di Gioia, la sprinter Ilaria Accame, l’ostacolista Anna Auxilia, la lanciatrice Clara Degni e la marciatrice Alessia Biale.

In campo maschile si evidenzia il buon ritorno a prestazioni di vertice per Francesco Rebagliati, sempre protagonista per l’intera stagione sui suoi 400 ostacoli, gara in cui ha colto in occasione dei Campionati Italiani Promesse un 5° posto che gli ha lasciato un po’ di amaro in bocca ma che rimane riscontro di tutto rispetto. Con i “colleghi” Matteo Raviglione, Daniele Taggiasco e Paolo Giacobbe ha conquistato, sempre agli Italiani Promesse, un buon 6° posto con la staffetta 4×400.
Una buona annata anche per il lanciatore Gioele Buzzanca, tornato a mettersi in buona evidenza sia nel disco che nel peso.

Cresce molto bene il giavellottista junior Simone Sirello, approdato anche a buone misure nel getto del peso.
Buoni risultati anche per il saltatore in lungo Francesco Girardi, per il mezzofondista Andrea Di Molfetta e per il poliedrico Lorenzo Zanona.

Tra gli allievi bene l’ostacolista Alessio Manfredi ed il saltatore Nicolò Saettone
Ottime prove nel settore master per il marciatore Ino Abbo (per lui titolo italiano sulla 20 km di marcia su strada in quel di Grosseto a fine gennaio), per lo sprinter Stefano Pasquato doppio argento agli Italiani nella categoria M35 sui 100 e 200 metri e per il giavellottista Roberto Fazio (bronzo tra gli M45 in occasione dei Campionati Italiani).

Qualche problema di salute e un po’ di sfortuna hanno impedito ad alcuni tra gli atleti più attesi di brillare: il giavellottista Denis Canepa pur confermandosi su misure di livello non è riuscito a compiere il previsto salto di qualità, il saltatore Michele Marchiori ha a sua volta dovuto abdicare ad infortuni che ne hanno compromesso i risultati. Anche i due neo-junior Luca Biancardi (sprinter) e Riccardo Bado (mezzofondista) hanno potuto mostrare solo in parte il loro indubbio grande talento.

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.