Fantastico bronzo per Martina Carraro ai Mondiali in vasca corta

Martina Carraro

La rana italiana sale sul podio dei mondiali di Hangzhou col un volto inedito, stordito dalla gioia, incredulo. Martina Carraro è di bronzo nei 50 col record italiano di 29″59: nove centesimi per proteggersi dal ritorno della finlandese Jenna Laukkanen, quarta. La 25enne genovese completa un percorso a suon di record: dal 30 netto in batteria al 29″79 in semifinale. Effettivamente imprendibili la giamaicana, primatista mondiale, Alia Atkinson, che vince in 29″05 per la prima volta il titolo sulla distanza dopo due argenti consecutivi, e la lituana Ruta Meilutyte, che s’impose nel 2012 e nel 2014, seconda in 29″38.

Carraro – che si allena col tecnico Cesare Casella ad Imola insieme al compagno Fabio Scozzoli – conquista il primo podio individuale della carriera dopo quattro medaglie in staffetta nell’ultimo biennio (bronzo europeo in corta a Netanya 2015 con la 4×50 mista, argento europeo a Londra con la 4×100 mista e la 4×100 mista mista, argento ai mondiali in corta con la 4×50 mista) e diventa la prima atleta italiana medagliata iridata nella rana.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.