Orientamenti 2018: il mestiere della precisione

59

Renato Masieri, presidente dell’Unione Tiro a segno Genova, racconta la sua visione romantica di questo particolare sport.


Partendo dagli strumenti utili per praticare quest’attività, ci apre le porte di un mondo che è cambiato con l’arrivo della tecnologia.

Non è facile trovare un luogo adatto perchè si devono limitare i disturbi acustici o usare materiali che non creino elevati problemi di rimbalzo.

“Dietro al gesto tecnico si nascondono i nostri mestieri” afferma convinto Renato.

Lo sportivo deve aiutare durante la progettazione, ma fondamentale è l’attrezzo con tutto il lavoro che c’è dietro.
Ogni campione nazionale ha uno staff minimo di sei persone, ma dietro di loro ci sono altre persone che collaborano creando sempre nuovi progetti.

Alcune di queste sono, il progettista, l’incisore che abbellisce esteticamente l’arma, il manutentore, il tecnico acustico, il perito balistico, il collaudatore, concludendo con le forze armate che svolgono funzione di reclutamento.

Una scelta intelligente, fatta da molte aziende e sportivi, è la ricerca costante della qualità a scapito della quantità per raggiungere sempre i massimi risultati.

(ha collaborato Nicolò Granone)

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.