Le ambizioni dei Pirates 2018-2019.

82

I Pirates 2018-19 ripartono con un nuovo Head Coach ed un programma ambizioso che prevede il salto di categoria entro il 2020. Ne parliamo con il Direttore Sportivo del sodalizio ligure, Eugenio Meini

Iniziamo con le novità. Nuovo HC per il vostro team, parlaci della scelta:

«La squadra aveva bisogno di cambiare metodo. Il materiale umano sia come parco giocatori e staff tecnico c’è ed è di ottima qualità. La scelta di Mauro Ferrari di non far parte di questo progetto ci è dispiaciuta sia dal punto di vista umano che tecnico, visto la sua ultra trentennale esperienza  sul campo, ma la dobbiamo rispettare. Nei progetti ci vuole motivazione e se questa manca, rimane tutto molto più difficile e faticoso, se non addirittura deleterio per il team. La scelta di Alfredo Giuso Delalba è dettata dal fatto che è un tecnico ed un manager con una grandissima esperienza, sia in Nazionale che in prima divisione (Lions Bergamo) ed anche nei settori giovanile e femminile. A lui è stato affidato il compito di rivedere completamente i sistemi di allenamento e di riprogettare totalmente i nostri settori tecnici».

Progetti per le squadre..

«Ad Ottobre inizieranno gli allenamenti della prima squadra in vista del campionato di terza divisione  che inizierà a Febbraio del 2019. Nel frattempo le ragazze stanno già allenandosi per l’inizio del campionato femminile che sarà verso fine ottobre. I Junior riprenderanno a metà settembre in vista degli impegni nelle varie categorie, Under 13,16 e 19».

Mercato. Ci saranno nuovi arrivi?

«Stiamo valutando alcuni giocatori. Ci mancano ancora un paio di pedine, ma la nostra priorità è quella di guardare soprattutto in casa, contando su i numerosi ragazzi che fanno già parte dei nostri team junior. È un percorso più a lungo termine, ma sicuramente ci darà il vantaggio di sviluppare nei nostri giovani il senso di appartenenza a questi colori e a questa maglia. Far parte dei Pirates deve essere motivo di orgoglio».

Programmi futuri?

«Il  nostro programma sarà biennale. Abbiamo la fortuna che i nostri sponsor, che ringrazio pubblicamente, credono nei nostri progetti ed ogni anno ci garantiscono quel supporto economico per noi vitale. E di questi tempi è già un ottimo risultato. Il nostro obiettivo è quello di salire di categoria nel 2020. Per farlo dobbiamo consolidare ed implementare il nostro settore giovanile, vero architrave di ogni team».

I Pirates sono una delle poche realtà del football americano in Italia ad  aver investito una cospicua somma per rifare in manto sintetico un campo, il Pirates Field di Luceto, Albisola (SV). In queste ultime ore si parla di un progetto per un nuovo impianto. Ci sai dire di più?

«Sinceramente non ho notizie in merito. Sapevo che la precedente dirigenza dell’Albisola 2010 stava provando a riqualificare la struttura, ma gli ostacoli sono molti e di difficile soluzione. Gli spazi di cui avrebbero bisogno per il solo calcio professionistico non sono compatibili con l’area dedicata, in quanto essa è sotto piano di bacino ed andrebbero ad interessare, oltre che il vicino fiume, anche  strade provinciali e viabilità. Mi auguro che, nell’eventualità di un nuovo progetto, questo sia previsto per un impianto polivalente da parte del Comune, in quanto la Fidaf ( Meini è Consigliere federale, ndr.) ha già sviluppato una partnership su Milano con City Life – vedi Vigorelli con il ciclismo – e sta progettando altri impianti polivalenti in collaborazione anche con la Figc. Noi Pirates abbiamo investito cifre importanti nel campo di Luceto e siamo sempre stati disponibili e pazienti nonostante le problematiche ed i vari intoppi burocratici che ci hanno pregiudicato, in parte , la messa a reddito dell’impianto. Penso quindi che per correttezza e condivisione, ad un eventuale futuro tavolo della progettazione per un nuovo impianto ci dovremo sedere anche noi».

 

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.