Musetti: “Sognavo di recitare ma ora voglio diventare professionista”

Lorenzo Musetti (Park Genova)
Lorenzo Musetti

Dall’erba di Wimbledon ai campi in terra rossa del Park Genova non sembra esserci molta differenza per Lorenzo Musetti. Il tennista di Carrara, coccolato da tutti nel circolo ligure, ha il sorriso largo di chi è pienamente immerso nella sua passione, il tennis, e sfoggia una maturità e un’educazione rara per un ragazzo di soli 16 anni. Scherza e ride con i compagni di squadra, poi si fa serio davanti al microfono di Supertennis soprattutto quando il pensiero torna ai quarti di finale di Londra: “a mente fredda ripenso sempre ai quarti, una sfida che mi è un po’ sfuggita – spiega Musetti – ma è stata una bellissima esperienza”.

L’avventura londinese gli è rimasta nel cuore “ci tornerei anche domani” ammette questo ragazzo che con la sua racchetta in mano, un talento raro e una testa già da professionista, non può che sognare in grande: “il mio desiderio è quello di diventare il numero uno, mentre uno slam che vorrei vincere è sicuramente Wimbledon e vorrei realizzare entrambe le cose nel minor tempo possibile”. Sogna in grande Lorenzo Musetti ma essendo un sedicenne con “testa di un ragazzo di 26 anni”, come spiega chi gli sta vicino da sempre, sa che certi traguardi si raggiungono solo con il lavoro: “e io devo farne ancora tanto – spiega Lorenzo – devo migliorare il rovescio e tanti altri colpi e poi devo crescere sotto l’aspetto fisico”.

Nella lunga intervista rilasciata ai microfoni di Supertennis il giovane talento di Carrara che si allena a La Spezia torna in dietro nel tempo e racconta: “la prima volta che ho preso la racchetta in mano ero nello scantinato di mia nonna e avevo quattro o cinque anni, è stato mio padre a trasmettermi fin da piccolo questa passione, poi sono arrivati i primi corsi di tennis a Carrara”.

Papà è stata una persona importante ma la lista dei ringraziamenti è lunga: “per prima mia mamma che anche adesso ogni giorno mi accompagna a La Spezia per allenarmi e poi il maestro Tartarini che è diventato quasi un padre”. La storia d’amore tra Musetti e il tennis continuerà in futuro ma c’è stato un tempo in cui il piccolo Lorenzo sognava altro: “avrei voluto fare l’attore, ma quando sogni da bambino non sai cosa ti aspetta in futuro, e così non farò l’attore perché voglio continuare questa strada e diventare un giocatore professionista”.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.