Genoa: si riparte dalla difesa a tre

La rivoluzione di mercato in casa Genoa non porta grosse novità nel modulo. La difesa sarà a tre sarà il cardine di Ballardini.

La prima parte dell’estate del Genoa regala una certezza tattica per la prossima stagione: il Grifone giocherà ancora con la difesa a tre. Lo ha detto Preziosi ieri dopo l’amichevole vinta 7-0 con il Cuneo ma soprattutto lo ho fatto capire Ballardini che fino ad oggi ha sempre schierato i suoi o con il 3-4-3 o con il 3-4-1-2.

Genoa: il cardine sarà la difesa a tre

La decisione è dovuto a due fattori: il muro a tre rende la porta più impermeabile, o almeno così è stato durante la scorsa stagione quando con l’arrivo di Ballardini la retroguardia rossoblù è stata una delle meno perforate del campionato. E poi serve a supplire alla mancanza di terzini affidabili in rosa. Così in attesa di Criscito, che ieri è tornato a correre e sarà pronto subito dopo l’estate, al momento i titolari sono Biraschi, Spolli e Zukanovic, sarà quest’ultimo a fare spazio al neo capitano.  Nel secondo tempo con il Cuneo sono state provate anche le alternative Pedro Pereira e Gunter. La rivoluzione di mercato non cambierà il Genoa in campo, il caposaldo rimane al difesa a tre.

Condividi