Sampdoria: è rivoluzione totale, via anche Pradè e Pecini

Condividi

Una rivoluzione a tutto tondo che non riguarderà solo il campo. La Sampdoria rischia di perdere anche i dirigenti Pradè e Pecini.

Una Sampdoria nuova di zecca in campo e fuori. Ferrero, dopo la conferma di Giampaolo, viaggia veloce verso una rivoluzione totale in campo e dietro le scrivanie di Corte Lambruschini, una scelta azzardata.

Sampdoria: l’Udinese pressa Pradè

Sono ora caldissime sul fronte Daniele Pradè. Il dirigente, uomo mercato insieme a Osti delle ultime stagioni, è corteggiatissimo dall’Udinese che sul piatto mette un ruolo importante per un progetto nuovo, ambizioso, e non solo teso alla salvezza stiracchiata dell’ultima stagione. Il dirigente non ha ancora rinnovato con i blucerchiati e quindi, se convinto dall’offerta friulana, può lasciare la Samp in qualsiasi momento. Sarebbe un duro colpo soprattutto perché nelle ultime settimane sembrava che si fossero poste delle basi solide per continuare insieme e c’era chi aveva già scritto che il rinnovo era cosa praticamente fatta.

Sampdoria: e Pecini che fa?

Nella rivoluzione della dirigenza a forte rischio è anche lo scopritore di talenti, Icardi per primo, Andersen per ultimo, Pecini. La Sampdoria potrebbe fare leva su un contratto di ancora due anni, ma non basterà probabilmente per convincere il talent scout a restare. L’Empoli è più di un anno che lo corteggia e adesso è pronto ad accoglierlo a braccia aperte  con un ruolo da direttore sportivo con pieni poteri che lo ha fatto balzare in testa alla corsa a Pecini a cui si sono iscritti recentemente tanti grandi club tra cui Inter e Napoli in Italia.  La decisione del dirigente blucerchiata è attesa nei prossimi dieci giorni ma filtra parecchio pessimismo sulla prosecuzione del rapporto.

La rivoluzione della dirigenza va di pari passo con quella in campo, Torreira e Praet partiranno sicuramente, Silvestre e Viviano hanno le valigie pronte e il rischio è quello di vedere andare lontano da Genova anche Bereszynski. Insomma la Sampdoria cambierà molto, dovrà essere bravo Ferrero a trovare sostituti all’altezza, in ogni ruolo, in campo e fuori.

Condividi

Articoli correlati

A Palermo pagato l’approccio sbagliato. Per la Samp stagione comunque positiva

Col senno di poi, siamo tutti Guardiola e potremmo...

La Sampdoria saluta i playoff, 0-2 a Palermo

La Sampdoria esce sconfitta malamente a Palermo e dice...

Samp, credici! Blucerchiati superiori al Palermo

“Cosa andiamo a fare in serie A? Società e...

Tripletta Borini e la Samp passa anche a Catanzaro, ma resta 7°

Una tripletta di Capitan Borini permette alla Sampdoria di...

Samp a Catanzaro a caccia del sesto posto

Andrea Pirlo non è uno sprovveduto e fa benissimo...

Momento d’oro Samp, condizione atletica e infortunio Pedrola uniche macchie

Meglio non svegliare il can che dorme, procedere quatti...