Genoa: Marchetti è il dopo-Perin, è la scelta giusta?

Il Genoa ha scelto Federico Marchetti per il dopo-Perin. Ecco i pro e i contro della probabile sostituzione nella porta rossoblù.

Ormai ci siamo, l’addio di Mattia Perin al Genoa è sempre più vicino, alcuni vociferano che già venerdì potrebbe sbloccarsi l’affare. Il Grifone si trova così costretto a cercare un nuovo portiere e il nome più caldo al momento è quello di Federico Marchetti che ha superato Skorupski, favorito fino a qualche settimana fa ma poi sceso nel gradimento viste le pretese, alte, della Roma.

Genoa – Marchetti: perché sì

Così appena Perin firmerà per la Juventus, il Genoa troverò l’accordo con Marchetti. I punti a favore dell’operazione non mancano sia in termini economici che sportivo. Il primo aspetto positivo è il tempo, Marchetti è già libero di cercare una nuova squadra dopo l’addio alla Lazio, così non ci sarebbe da aspettare troppo e Ballardini avrebbe il suo nuovo portiere fin dal primo giorno del ritiro. Poi c’è l’aspetto prettamente economico, al contrario di Skorupski, Preziosi non pagherebbe nulla per il cartellino del nuovo portiere e offrirebbe un contratto pienamente negli standard del Genoa. Anche le considerazioni tecniche possono essere positive, non sarà Perin, ma Marchetti ha curriculum e qualità per tornare ad essere un portiere di livello: abile tra i pali e fuori, ha anche l’età e l’esperienza giusta per guidare da dietro la prossima difesa rossoblù.

Genoa – Marchetti: perché no

Dietro alla scelta di Marchetti si nasconde però anche qualche perplessità. La prima riguarda la sua inattività prolungata, nell’ultimo anno non ha giocato nemmeno una partita vivendo da sperato in casa nella società di Lotito. E’vero, per un portiere è meno problematico che per un giocatore di movimento, ma va comunque detto che il nuovo numero dovrà ritrovare l’agonismo giusto e quelle distanze in campo che sono fondamentali per difendere i pali di una squadra di serie A. Un altro punto a suo sfavore è l’età, con i suoi 35 anni Marchetti non può rappresentare il futuro del Genoa ma solo il presente. Questo significa che per un anno, forse due, il ruolo sarà coperto ma poi bisognerà per forza di cose trovare una altra pedina.

Curriculum, qualità e questione economica da una parte, inattività ed età dall’altra: il Genoa ha scelto Marchetti con tutti i suoi pro e i contro, l’arbitro sarà come sempre il campo.

Condividi