Sampdoria: Silvestre-Ferrari coppia ai saluti, Colley non basta

La difesa della Sampdoria sarà rivoluzionata durante la prossima estate di mercato. Giampaolo ha bisogno di due centrale e un mancino.

Strinic ha già detto addio, non senza polemizzare, Ferrari non sarà riscatto, 13 i milioni per tenerlo a Genova, troppi, e anche Silvestre potrebbe lasciare la Sampdoria. Così Giampaolo e i dirigenti di Corte Lambruschini si stanno muovendo per cercare i giusti sostituti.

Sampdoria: Colley non basta per sostituire Silvestre e Ferrari

Il primo nome della lista, e anche il più vicino, per essere il nuovo centrale della Sampdoria è quello di Omar Colley. Con il giocatore l’accordo sarebbe già stato trovato, il contratto in scadenza nel 2019 potrebbe costringere il Genk ad abbassare la richiesta di 10 milioni scendendo, diciamo fino a 6 o 7, prezzo giusto per Ferrero. Il gigante del Gambia però non basterà visto che Ferrari dovrebbe tornare al Sassuolo, a  meno che la società emiliana non intenda fare un grosso sconto, e anche Silvestre, un po’ a sorpresa, dovrebbe lasciare la Sampdoria. Parma e Bologna sono alla finestra per l’argentino il cui sostituto potrebbe essere Andersen la cui crescita è costante, ma il danese non basterà, servono infatti altre soluzioni nel ruolo. Terzo addio, questo già definito, è quello di Strinic che ha firmato con il Milan già da mesi approfittando del contratto in scadenza.

Sampdoria: gli obiettivi per la difesa

Colley rinforzerà la Sampdoria al centro, poi si cercherà un altro profilo nel ruolo, già avviata invece la ricerca di un laterale mancino che possa essere titolare. Difficile arrivare a Borna Sosa, il suo costo cresce di giorno in giorno essendoci le grandi in agguato, al momento non sembrano troppo calde le trattative Fares, con il Verona, e Saracchi, con il River Plate. Ad oggi quindi il titolare è Murru che tra alti e bassi quest’anno ha protetto varie volte la corsia mancina della Sampdoria.

Condividi