Women’ s Sailing Cup: oltre venticinquemila euro contro il cancro

Gran finale alla III Women’ s Sailing Cup, regata 100% donne, sport e solidarietà in favore di AIRC. Le veliste contro il cancro consegnano un assegno di 25.053,78 Euro ad AIRC. Il progetto di Anne-Soizic Bertin e di Ivana Quattrini è nato nel 2015 per raccogliere fondi per AIRC (Associazione Italiana Ricerca sul Cancro) e promuovere la vela femminile.

La III edizione della Women’s Sailing Cup è iniziata e finita con messaggi importanti: il saluto e l’incoraggiamento a continuare con il progetto della Women’s Sailing Cup & Academy da parte di Federica Clapcich, impegnata nella Volvo Ocean Race, e la consegna ad AIRC di un assegno di Euro 25.053,78.

I fondi sono stati raccolti con la partecipazione a regate e l’organizzazione di eventi allo scopo di finanziare una borsa di studio biennale per la ricerca scientifica che sarà assegnata da AIRC ad un ricercatore o una ricercatrice che lavorerà in Liguria.
La cifra raggiunta è il frutto dell’impegno e della tenacia della W Sailing Academy di Anne-Soizic Bertin e Ivana Quattrini, delle Falchette di AIRC di Lucia Pozzo e Loredana Carso, e di tante amiche e amici, velisti e non, che hanno a cuore il tema dello sport e della salute.

Il contatore nel frattempo ha continuato a girare ed è già salito. L’obiettivo è quello di raggiungere 50.000 Euro entro la fine di febbraio 2019.

Tra i 17 team provenienti da tutta Italia, la vittoria è andata a Femmes Fatales Sailing di Petra Kliba con Luisa Milia, Jasmina Grossi, Marcella Trioschi e Giulia Barbagallo.
Seconde classificate, distaccate di un solo punto, le veliste di W Sailing Academy capitanate da Myriam Cutolo con Anna Ghiglione, Alessandra Macrì, Federica De Cecco e Cristina Bono.
Sale sul terzo gradino del podio il team Mo’ Vediamo Sailing Dreams di Chiara Marini, Elisa Dompè, Clara Fracasso, Francesca Sicuro e Teresa De Angelis.

Alla III edizione, oltre alle aficionados della regata in rosa, è stata salutata con piacere la partecipazione delle giovanissime atlete del team Amazons, arrivate dal Lazio per sostenere la causa di AIRC: Camilla Zolesi, Livia Tarabella, Camilla Montezemolo, Beatrice Laracca e Claudia Bonetti e di due nuove appassionate di vela, alla loro prima regata, le liguri Cristina Bono e Anna Pizzolla del progetto “Work in Blue”, formate da Andrea Henriquet, Responsabile formazione UCINA e Responsabile Darsena Saloni Nautici, e per la Women’s Sailing Cup 2018 eccezionale Presidente del Comitato di Giuria.
Tra gli eventi collaterali più divertenti e gettonati: il riscaldamento muscolare in open air con Alessandro, trainer di Virgin Active, la divertente sfida tra i futuri chef e barman dell’Istituto Alberghiero Marco Polo di Camogli in collaborazione con Rigoni di Asiago, Forno d’Asolo, Pasta Novella e Già, sotto lo sguardo attento dei giudici, Cristina Gamba, Elisa Picchio, Lorenza Giudice e Antonio Soricelli.
Sulla spiaggia di Chiavari, domenica mattina 25 marzo, la Lega Navale di Chiavari e Lavagna ha organizzato un beach cleaning e la premiazione dei bambini e dei ragazzi delle scuole di Chiavari che hanno aderito al lodevole progetto NO PLASTICA IN MARE, in collaborazione con Rigoni di Asiago, Novamont e la W Sailing Academy.

Condividi