A Rapallo martedì 27 febbraio il Foot and Golf Day

109

Si sfideranno a colpi di pat e di calci millimetrici i golfist ed i footgolfisti che daranno vita, martedì 27 febbraio, ad un torneo che, per il suo profilo, non ha precedenti in Italia. Grazie al Cus Genova Golf Accademy e al Genova Footgolf, ideatori dell’appuntamento, il prestigioso Golf e Tennis Club di Rapallo sarà teatro di questa sfida formulata a fin di bene. L’intero ricavato della manifestazione, infatti, sarà devoluto all’Associazione Casa Famiglia Arcobaleno.

<Ci sono numerosi parallelismi tra le due attività sportive – spiega Paolo Covotta, presidente di Genova Footgolf -. Intanto giochiamo sullo stesso terreno. Poi le regole del Footgolf seguono pedissequamente quelle del golf. Cambia solo l’attrezzatura. Nel golf serve un set di mazze e le palline, nel footgolf solo il pallone ( numero 5, quello che si usa sui campi di serie A) e l’abilità del giocatore con i piedi. Naturalmente è la buca che fa la differenza. Quella del Footgolf ha un diametro di cinquanta centimentri. Abbiamo ideato questo appuntamento anche per sfatare il luogo comune del golfista che vede con occhio poco benevolo il calciatore che calca il green una volta regno assoluto di quello sport. Ma, cosa importantissima, è che l’intero ricavato sarà devoluto in beneficienza. Saranno 40 golfisti e 40 footogolfisti, tra i migliori d’Italia, a contendersi il trofeo>.

Uno dei prestigiosi sostenitori dell’appuntamento è senz’altro Andrea Baghino, responsabile del Cus Genova Golf Accademy, realtà importante nel panorama sportivo genovese che trova la sua consacrazione nel campo pratica, molto frequentato, di Quarto Alto.

<Con l’amico Paolo Covotta ci siamo subito capiti ed è nato questo Torneo che, spero, possa ripetersi tutti gli anni – conferma l’alto dirigente del Cus Genova -.  Noi del Golf puntiamo anche su questo sport emergenze anche per avvicinare le nuove generazioni alla nostra disciplina che solo erroneamente viene additata come sport per persone in età adulta e oltre. E’ un  che senz’altro va demolito. Tutt’altro, puntiamo proprio sui giovani per rilanciare il golf su tutto il territorio genevese e ligure. Anche perché abbiamo ottimi maestri e altrettanto bravi giocatori nelle classifiche nazionali>.

E’, dunque, un incrocio interessante quello che si verificherà martedì 27 febbraio a Rapallo. Non è escluso che ad assistervi, e forse anche a partecipare, possano esserci anche ex giocatori di Genoa e Sampdoria appassionati di entrambi gli sport.

La manifestazione ha potuto essere organizzata anche grazie alla collaborazione del Golf e Tennis Club di Rapallo che, grazie al direttore Fabrizio Pagliettini,  ha concesso l’intero campo a disposizione dell’evento. La cui formula sarà di Gioco Stableford: un golfista sarà abbinato ad un footogolfista ed il totale degli score andranno a comporre la classifica generale.

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.