Samp-Fiorentina: blucerchiati in vantaggio nei (tanti) precedenti

Condividi

Sono 60 i precedenti al “Ferraris” tra Sampdoria e Fiorentina, con 25 vittorie dei padroni di casa , 23 pareggi e 12 successi ospiti.

Lo scorso 9 Aprile finì 2-2, con vantaggio in avvio di Bruno Fernandes, pari nella ripresa di Rodriguez di testa, nuovo vantaggio doriano di Ricky Alvarez e pari definitivo nel finale di Babacar, che sorprese Viviano dal limite dell’area, con il portiere determinante nel recupero ancora su Babacar.

L’8/11/2015 il 2-0 del team guidato da Paulo Sousa rappresentò l’atto finale di Walter Zenga sulla panchina blucerchiata, con Ilicic su rigore e Kalinic che fissarono il punteggio di un match dominato dalla squadra gigliata.

L’ ultima vittoria della Samp è del novembre 2014, un 3-1 firmato dal rigore di Palombo e dall’acuto di Rizzo, con gol viola di Savic e sigillo finale di Eder, protagonista di un’esaltante galoppata nella metà campo avversaria, con Romero che sventò un penalty sull’1-0 a Rodriguez.

Il 30/2/2014 finì senza reti, il 17/10/2010 i gol in rimonta di Ziegler e Cassano resero inutile l’acuto di Marchionni mentre il 2-0 del 13 Febbraio dello stesso anno con gol degli ex Semioli e Pazzini fu una delle più convincenti prove dell’undici di Del Neri, che chiuse la stagione al quarto posto.

Si rivelerà invece inutile la splendida rimonta (finì 3-2 per la squadra allenata da Spalletti) della stagione 1998-99, la doppietta di Montella e la singola di “Checco” Palmieri fecero gioire la tifoseria doriana, che a fine stagione dovette subire l’onta della retrocessione nella serie cadetta, la Samp di Novellino (stagione 2004-2005) vinse seccamente per 3-0 con i gol di Flachi, Tonetto e Diana, con toscani ridotti in nove dopo dieci minuti per le espulsioni di Boijnov e Delli Carri.

Un’altra vittoria da annoverare tra le più belle è quella del 14/10/1984, grazie ai gol di Renica e dello scozzese Souness su punizione deviata da Passarella alle spalle di Giovanni Galli, importantissimo per la corsa al titolo fu il successo del 3/2/1991 firmato da Branca , quel giorno sostituto di Vialli, a tre minuti dalla fine.

Nell’aprile del 1977 il pareggio per 2-2 avvicinò la Samp di Eugenio Bersellini all’imminente retrocessione: Samp in controllo del match grazie agli acuti di Nello Saltutti e “Titti” Savoldi, nella ripresa la Sud prese di mira Giancarlo Antognoni che fu grande protagonista della rimonta, firmata da una sua rete e da Crepaldi.

Nel dicembre 1970 la rimonta fu invece opera della Samp che, sotto di due reti ( di Merlo e Vitali i gol ospiti), recuperò il risultato negli ultimi dieci minuti con i gol d’autore di Luis Suarez e Marcello Lippi mentre il 16/3/1969 il Doria impose un sofferto pari alla Viola che sarà campione d’Italia a fine stagione: alla rete del compianto regista blucerchiato Mario Frustalupi rispose solo nel finale Ugo Ferrante con una prepotente incornata sottomisura.

spot_img

Articoli correlati

Chiavari incorona i campioni regionali Under 14 di spada

Domenica scorsa la palestra del Centro Benedetto Acquarone –...

Lunedì 13 febbraio all’Università di Genova “All around soccer”

AIAC, in accordo con le Università Italiane, propone Convegni...

8° Rea Palus Race a Rapallo: le emozioni dei partecipanti

Mancano due mesi all’ottava edizione della Rea Palus Race,...

Locatelli Genova inarrestabile, doppiata Busto Arsizio

Terza vittoria su tre gare per la Locatelli Genova,...

FIT Junior Program: grande successo per la tappa al CUS Genova

Nel weekend è andata in scena al CUS Genova...
- Advertisement -spot_img