Genoa-Atalanta: Laxalt c’è, rientra anche Galabinov

Domani alle 19 al Ferraris si gioca Genoa-Atalanta, buone notizie per Ballardini che avrà a disposizione Laxalt e anche Galabinov.

L’allerta meteo su tutta la Liguria ha fatto slittare Genoa-Atalanta che si giocherà domani alle 19 e non oggi, come da programma. La decisione è arrivata di comune accordo tra le società che hanno deciso di rinviare la gara di ventiquattro ore.

Genoa-Atalanta: buone notizie per Laxalt

Per Ballardini arrivano buone notizie dall’infermeria. Laxalt, che in settimana aveva accusato qualche acciacco e rischiava di non esserci, è stato completamente recuperato e sarà titolare. Sarà lui a presidiare la fascia sinistra proprio contro l’allenatore che gli ha cambiato la vita. Con Gasperini il giovane mancino è stato inventato incursore di fascia, un vestito che, dopo tanto lavoro, ora gli sta a pennello. Una grande intuizione del Gasp che ha reso Laxalt un vero e proprio insostituibile per il Grifone. Così, a meno di clamorosi cambi di rotta di Ballardini, decisamente poco probabili, l’uruguaiano sarà una dei protagonisti di Genoa-Atalanta.

Ci sarà, anche se partirà dalla panchina, Galabinov, out nelle ultime settimane a causa di un infortunio. L’ex Avellino è stato convocato e andrà a rimpolpare un reparto avanzato in cui a giocarsi la maglia per affiancare Taarabt saranno Pandev, favorito, e Lapadula. Con il macedone in campo dal primo minuto dovrebbe essere confermato tutto il gruppo che ha portato a casa sette punti nelle ultime quattro gare di campionato e passato anche il turno in Coppa Italia. Sarà ancora difesa a tre con Izzo, Spolli e Zukanovic davanti a Perin. In mediana agiranno Veloso, Bertolacci e Rigoni con Rosi a destra. Ovviamente non ci sarà ancora Pepito Rossi. Il suo processo di recupero della forma giusta, non gioca dalla scorsa Primavera, procede senza nessuna fretta. Il giocatore non deve forzare i tempi per rischiare ricadute sulle ginocchia operate più volte. Così la sensazione che arriva da Villa Rostan è che tornerà non prima di gennaio.

Condividi