Linda Cerruti quinta al mondo nel solo free

111
Linda Cerruti
Linda Cerruti

Il sorriso di Linda Cerruti è la fotografia più bella della mattina azzurra al Varosliget Park di Budapest. Quinta al mondo con la canadese Simoneau alle spalle e la giapponese Inui Yukiko nel mirino. Linda chiude al quinto posto la finale del solo lbero con 90.6000 punti, molto meglio dei 89.6000 di lunedì nel preliminare. L’esercizio è già collaudato dagli europei dello scorso anno, quando conquistò il bronzo a Londra con 89.4333. Delle avversarie di allora c’è soltanto l’ucraina Anna Voloshina (argento agli europei e bronzo oggi).
La 24enne savonese si muove sulle musiche dei 2Cellos, due violoncellisti, uno croato e l’altro sloveno, Luka Šulić e Stjepan Hauser, provenienti entrambi dal panorama musicale classico. La coreografia è di Gana Maximova. “Interpreto gli stati d’animo di un artista che alterna momenti di grande gioia ed illuminazione con altri di disperazione – spiega – finché non ritrova l’ispirazione. Spero di trasmettere al pubblico le stesse emozioni che provo in acqua. E’ Gana Maximova a scegliere i temi e decidere quali mi si addicono di più; poi ci metto del mio. Non ci sono movimenti standard, sono tutti astratti, ibridi. Siamo noi che diamo sfogo alla fantasia restando sempre nei canoni tecnici. Sono molto soddisfatta della mia gara e del punteggio, sicuramente il migliore che abbia ottenuto. Le ragazze davanti a me sono tutte fortissime, in questo momento vedo più vicina la giapponese che l’ucrania”. Ha ricevuto 27.3000 per l’esecuzione, 36.4000 per l’impressione artistica (che nel free rappresenta il 40% del punteggio complessivo) e 26.9000 per la difficoltà dei movimenti proposti. La campionessa del mondo è Svetlana Kolesnichenko, già medaglia d’oro nel tech, che totalizza 96.1333 punti; la vicecampionessa è la spagnola Ona Carbonell con 95.0333, che in conferenza stampa sorride e ringrazia tutti, dai volontari agli organizzatori; terza l’ucraina Anna Voloshina con 93.3000, che si congratula con la vincitrice. La giapponese Inui Yukiko è quarta con 92.0667 e la canadese Jacqueline Simoneau è sesta con 90.1333.
E’ una giornata particolare per il direttore tecnico della Nazionale Patrizia Giallombardo. Nel giorno del suo 53° compleanno, il figlio Mattia si laurea con 110 e lode in Pubblica Amministrazione della Comunicazione alla Luiss. “Mi ha fatto il regalo più bello – dice commossa e orgogliosa – laureandosi con il massimo dei voti e raggiungendo l’obiettivo per il quale ha studiato e si è impegnato moltissimo. Forse vincerà anche il dottorato”.

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.