Lapadula, gol e sudore: un vero bomber da Genoa

Gianluca Lapadula è vicinissimo al Genoa. Sarà lui il dopo Simeone, un bomber tutto grinta e gol, un vero centravanti da Grifone.

Non avrà la classe ipnotica di Diego Milito, il fisico imponente di Thomas Skuhravy, il mancino preciso di Marco Borriello oppure la rapidità da cobra di Giovanni Simeone, ma Gianluca Lapadula saprà come conquistarsi l’affetto che i tifosi del Genoa hanno riservato ai bomber del passato. Sì perché se è vero che Lapadula non brilla per estetica del calcio, è altrettanto vero che la maglia che veste, qualunque essa sia, esce sempre dal campo madida di sudore.

Lapadula: un bomber da Genoa

L’impegno non mancherà mai, perché il bomber che oggi è vicinissimo al Genoa, viene dal basso, ha vissuto tutte le categorie dalla serie D alla serie A e in tutte si è fatto notare per predisposizione al sacrificio. Per questo, ma non solo, è da sempre il preferito di Juric che già lo voleva dodici mesi fa. Allora non se ne fece nulla tra dietrofront fulminei e discrete arrabbiature a Villa Rostan, oggi sembra arrivato il momento di vestire la maglia rossoblù per Lapadula.

Un bomber che corre e basta però non può pensare di arrivare in serie A e al Milan. Un bomber per essere tale deve segnare ed è per questo che il Genoa ha tutta l’intenzione di acquistarlo. Negli ultimi tre anni l’attaccante di Torino ha messo insieme l’iperbolica cifra di 59 gol, 21 con il Teramo in Lega Pro, 30 con il Pescara in serie B e 8 con il Milan, dove però non era titolare. Una maglia per novanta minuti nel massimo campionato è quello che vuole Lapadula ed è quello che gli darà il Genoa che in cambio al suo nuovo centravanti chiede corsa e sudore, ma soprattutto tanti gol.

Condividi