La Sampdoria e la maledizione del rinnovo di Giampaolo

Pierluigi Gambino analizza il momento della Sampdoria. I blucerchiati non vincono da quando Giampaolo ha rinnovato il contratto.

Da quando Marco Giampaolo ha formalmente prolungato sino al 2020 il proprio matrimonio con la Sampdoria, i blucerchiati non hanno più vinto una partita. Probabilmente si tratta di una mera casualità, non esisterà mai la certezza del rapporto causa-effetto, ma non sarebbe la prima volta che la conquista di un ambizioso traguardo personale abbia attenuato gli stimoli e la carica nervosa, contribuendo ad una certa demotivazione. Nel caso del tecnico abruzzese, questo “sospetto” si abbina ad un passato non troppo lusinghiero riguardo ai cali registrati dalle sue squadre nei mesi conclusivi di stagione.

… ma la Sampdoria ha fatto bene a tenersi Giampaolo …

La lunga premessa non suoni, per carità, a bocciatura di un tecnico, che è per distacco il primissimo artefice di un campionato complessivamente accettabile quanto a qualità di gioco e risultati e senz’altro esaltante alla voce “maturazione di giovani calciatori”. Insomma, Giampaolo merita un voto ben oltre la stringata sufficienza, ma è indubbio che il dato delle sette gare consecutive senza vittoria – con il timore che diventino otto causa la grande forza del Napoli, ultimo avversario – rischino di macchiare il bilancio complessivo.

Dopo un’annata disastrosa, sfidiamo chiunque ad ammettere che ad agosto avrebbe previsto una Samp attestata attorno al decimo posto, ma se in extremis svanisse la colonna a sinistra della classifica, ecco che comparirebbe sul volto di parecchi tifosi blucerchiati la prima smorfia. A tal proposito, appare improbabile un trionfo dell’Udinese in casa dell’Inter (con l’obbligo di raffrontare, a bocce ferme, la differenza reti generale di friulani e doriani), ma non è affatto da escludersi che il lanciatissimo Sassuolo si vesta da corsaro nella tana di un Toro sempre più sgonfio. Beninteso, scendere di una posizione non sarebbe delittuoso per l’immagine, ma perdere i tre milioni di differenza tra decimo e undicesimo posto scoccerebbe non poco al Viperetta, da sempre attentissimo a certi calcoli, come dimostra la sua presenza in ritiro a Udine alla vigilia di un confronto diretto fortunatamente archiviato senza danni.

Sampdoria-Udinese: Pinzani il peggiore

L'attaccante della Sampdoria Muriel
L’attaccante della Sampdoria Muriel

Allo stadio Friuli il peggiore in campo è stato l’arbitro Pinzani. Ingiustificata l’espulsione del bianconero De Paul per un fallo passibile al massimo dell’ammonizione e clamoroso il “rosso” a Muriel, che dopo la sua esultanza per il gol del pari è stato circondato da un nugolo di avversari e si è pure beccato i colpi proibiti da Danilo, lui sì giustamente cacciato. Il fischietto toscano, forse pentitosi anche del rigore concesso alla Samp – ci stava a stretti termini di regolamento ma sette direttori di gara su dieci non l’avrebbero fischiato – ha letteralmente inventato il sommo castigo a carico del bomber colombiano, la cui reazione alla salva di fischi piovutagli addosso sino dai primi minuti è parsa esagerata. Ad essere sin troppo rigidi, si poteva al massimo accettare un cartellino giallo, che non avrebbe comunque permesso al già diffidato Muriel di affrontare il Napoli, ma almeno non avrebbe lasciato in dieci la squadra blucerhiata.

E se la cessione di Schick fosse un affare?

Chiusura doverosa su Schick, ormai nelle mani della Juventus. Cessione inevitabile, ma se – come pare – alla Samp dovessero giungere i soldi della clausola rescissoria e in più il prestito del virtuoso argentino Bentacur e del fantasista ascolano Orsolini, oltre alla conferma in blucerchiato del ceko per la prossima stagione, potremmo parlare di un affarone concluso da Ferrero e partners, che mai rimpiangeranno i 4 milioni sborsati la scorsa estate.

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.