Udinese-Sampdoria 1-1: gol, risse e rossi al Friuli

Udinese-Sampdoria finisce 1-1 con i gol di Thereau e Muriel. Partita con scintille, ben tre gli espulsi decisi dall’arbitro.

Un punticino “movimentato” per tenersi stretti il decimo posto. I blucerchiati di Giampaolo dopo essere andati sotto al 5’ colpiti da Thereau trovano il pari con il rigore di Muriel. Subito dopo si accende una rissa e proprio il colombiano, insieme a Danilo, viene espulso.

Udinese-Sampdoria 1-1: il racconto sul sito blucerchiato

Inseguire. Nemmeno il tempo di sistemarsi che l’Udinese colpisce al primo affondo. Zapata fa un gran lavoro sulla sinistra e la mette sul secondo palo, dove Théréau non fatica a battere Puggioni. Siamo al 5′ e già bisogna inseguire. I blucerchiati – con Djuricic in mediana e Praet sulla trequarti – provano subito a reagire: Schick sbaglia la misura dell’assist a Muriel mentre lo stesso Djuricic si vede respingere il tentativo dalla difesa bianconera.

Miracolo. Seppur a spizzichi e bocconi, il Doria insiste: Torreira al 24′ ci prova dalla distanza ma senza fortuna, Muriel al 28′ spreca invece un contropiede potenzialmente pericolosissimo. Ma l’occasione migliore capita al 34′ sul mancino di Schick: la staffilata del ceco sembra destinata all’angolino più lontano, peccato che Scuffet si ricordi di essere una grande promessa tricolore e salvi con un miracolo la propria porta; porta che resta inviolata fino all’intervallo.

Parità. La seconda frazione si apre con il giallo, anzi con il rosso: De Paul stende Torreira sotto gli occhi di Pinzani che non ha dubbi nell’espellere il bianconero. Giampaolo opta allora per il primo cambio: fuori Djuricic, dentro Fernandes. Praet arretra in mediana. All’11’ Sala si becca il giallo e chiude in anticipo il proprio campionato: diffidato, salterà il Napoli. Due minuti più tardi Schick fa il solletico a Scuffet, bravo a murare lo specchio a Muriel al 17′. Il colombiano ha subito l’opportunità per rifarsi: Gabriel Silva lo atterra in area e l’arbitro addizionale segnala a Pinzani la scorrettezza. Dal dischetto Muriel spiazza con freddezza il portiere friulano, ristabilisce la parità ed esulta ironico verso il pubblico di casa.

Far West. Gli avversari non ci stanno e ne nasce un parapiglia che origina tre espulsioni: ne fanno le spese lo stesso Muriel (ingiustificatamente), Danilo e Delneri. Dopo il Far West, si torna a giocare. Linetty dà il cinque a Praet al minuto 32 mentre Budimir va a rinforzare il fronte offensivo in luogo di Barreto per gli assalti finali. Assalti che non producono nulla di concreto: saliamo a quota 48, il decimo posto è più vicino ma ancora da conquistare.

Condividi