Preziosi “fatta squadra scellerata” e il Genoa va in ritiro punitivo

Condividi

Il presidente Enrico Preziosi arriva a Pegli e striglia la squadra. La decisione è immediata: tutti in ritiro fino al Palermo.

Due settimane di ritiro, e poi si vedrà. Tutto dipenderà dai risultati e dalla classifica. Se non migliorerà la fine della punizione potrebbe non essere finita. E’un Preziosi arrabbiato quello che oggi arriva a Pegli dopo la sconfitta con il Chievo 2-1 che ha fatto scivolare il Genoa a soli cinque punti di distanza dalla salvezza.

Genoa: Preziosi decide per il ritiro

La permanenza in serie A ad oggi è a rischio e la scossa dovrà arrivare subito, già domenica contro l’Inter. Per quetso la squadra lavorerà lontano da tutto e da tutti per i prossimi, poi, una volta conclusa la sfida con i nerazzurri, lascerà subito il Ferraris per raggiungere Palermo e rimanere in Sicilia, ancora in ritiro punitivo, fino al match della domenica successiva. Lavorare senza sosta, senza famiglia e senza nessuna distrazione. E’l’unica ricetta per evitare il dramma sportiva, almeno così la pensa Preziosi che manda il ritiro il Genoa.

Le parole di Preziosi oggi a Pegli

Enrico Preziosi al centro della contestazione dei tifosi del Genoa
Enrico Preziosi al centro della contestazione dei tifosi del Genoa

“Lungi da me scaricare la colpa sugli ultra’, ma quella attivita’ non ha aiutato la squadra. “Volete far sentire l’appoggio alla squadra? Allora fatelo prima ma durante la partita cosa significava? Forse – ha aggiunto Preziosi – quello era il momento di stare tutti assieme. La rimonta del Chievo? Probabilmente i nostri sono entrati convinti di gestire la partita”.

I tifosi devono capire che in questo momento siamo fragili, ed e’ colpa mia che ho fatto una squadra scellerata con ragazzi che non hanno gli attributi . Quello che hanno fatto i tifosi e’ stato inutile a meno che non ci sia qualcosa dietro e qualche sospetto ce l’ho. Sicuramente e’ stata una contestazione ma anche una forma di alcuni tifosi per affermare la propria esistenza. Non e’ questa la colpa principale perche’ una squadra coi nervi saldi non si comporta cosi’, pero’ sicuramente hanno contributo”

Condividi

Articoli correlati

A Napoli il Genoa ha scontato antichi vizi ma si è confermato in crescita

Un capitolo già letto, un dejà-vu che suscita rimpianti...

Napoli-Genoa 1-1, Frendrup a inizio ripresa, Ngonge pareggia solo al 90′

La trasferta di Napoli è una pratica metafora della...

Il Grifo può puntare al colpaccio da corsari a Napoli

Vero che l'Atalanta ha spezzato l'incantesimo, ma non si...

Dea troppo superiore, ma il Genoa ha saputo tenerle testa

Ci sta di perdere di fronte ad una corazzata...

Gila accoglie al varco la lanciatissima Atalanta del maestro Gasperini

L'ambiente genoano è talmente sereno e disteso – evento...