La Pro Recco sfida i Campioni d’Europa dello Jug ad Albaro

La Pro Recco in vasca contro il Settebello
La Pro Recco in vasca contro il Settebello

L’antipasto di Final Six, Pro Recco – Jug Dubrovnik, è alle porte. Ancora 24 ore di attesa, poi sarà “battaglia” in acqua. I croati, campioni d’Europa in carica, affrontano chi quella coppa l’ha vinta più di tutti e a maggio vuole riportarla a casa. Le Piscine di Albaro saranno ancora sold out: tutti i biglietti disponibili sono stati prenotati.

Siamo già qualificati come primi, ma con lo Jug Dubrovnik non può essere una partita come le altre – ammette mister Vujasinovic -. Sarà un bel test, una sfida impegnativa e utile per provare quello che abbiamo fatto in questi mesi e avvicinarci alla Final Six nella quale potremo ritrovarci ancora lo Jug come avversario. Sono i detentori del trofeo, ma nella partita di domani non saranno favoriti perché giochiamo in casa nostra”.

È un match molto importante per noi contro una squadra che ci renderà dura la vita – aggiunge il capitano Pietro Figlioli -. Giocheremo ad Albaro, in un’atmosfera incredibile che ogni volta ci trasmette grande carica”.

La penultima giornata di Champions League segnerà l’esordio europeo della nuova mascotte: il nome del Caimano biancoceleste verrà scelto direttamente dagli spettatori. Tra secondo e terzo tempo, inoltre, andrà in scena un’esibizione di nuoto sincronizzato per il consueto spettacolo targato Pro Recco.

La gara, trasmessa in diretta tv su Sportitalia, sarà arbitrata da Stavridis (Grecia) e Molnar (Ungheria). Delegato Koganov (Azerbaigian).

Condividi