Quinto sfida Ortigia: parla il tecnico Paganuzzi

L'allenatore del Quinto Marco Paganuzzi
L'allenatore del Quinto Marco Paganuzzi

Ci siamo. Domani sera, con fischio d’inizio alle 21 alle Piscine di Albaro, il Genova Quinto B&B Assicurazioni ospiterà l’Ortigia per la ventunesima giornata del campionato nazionale di serie A1. Una gara importantissima per i biancorossi, che devono vincere per continuare ad alimentare speranze di salvezza.

Non sarà decisiva – afferma il tecnico genovese Marco Paganuzziperché poi ci resteranno da giocare cinque partite, di cui quattro alla portata. Di certo però sarà una gara molto, molto importante. Noi arriviamo da alcune prestazioni positive nelle quali però non abbiamo raccolto quanto avremmo meritato, un po’ perché giocavamo in trasferta, un po’ perché eravamo opposti a formazioni di rango superiore. La squadra è consapevole del peso di questa sfida, mi auguro lo siano anche i nostri tifosi e che vengano in massa a sostenerci perché abbiamo bisogno del loro calore e della loro spinta, che sarà determinante. Ci siamo allenati bene, sia dal punto di vista fisico che tattico, e credo sarà una partita che si potrà vincere più con il cuore che con le qualità individuali. Dovremo reagire come una squadra alle difficoltà, senza sperare in un acuto dei singoli”.

Di fronte i biancorossi si troveranno una formazione che venderà cara la pelle. “Una squadra rinata con il cambio di guida tecnica – osserva Paganuzzi – e che ora è in salute e gioca piuttosto bene. Per averne la meglio servirà il miglior Quinto della stagione ma, ripeto, siamo tutti consapevoli che la posta in palio sarà altissima“.

Nessun problema di formazione per Scanu e compagni: tutti abili e arruolabili i giocatori biancorossi.

Condividi