Praet o Linetty e gli altri dubbi di Giampaolo per Sampdoria-Juventus

1088

Domenica alle 15 si gioca al Ferraris Sampdoria-Juventus. Giampaolo ha qualche dubbio su chi schierare dall’inizio.

Non ci sarà Viviano, squalificato, al suo posto Puggioni, mentre ha recuperato Muriel. Si viaggia tra buone e cattive notizie in casa Sampdoria in vista del match contro la Juventus. Giampaolo deve sciogliere gli ultimi dubbi per affrontare, e provare a battere i campioni d’Italia.

Verso Sampdoria-Juventus: i soliti ballottaggi per Giampaolo

Praet, potrebbe giocare in Sampdoria-Juventus
Praet, potrebbe giocare in Sampdoria-Juventus

La formazione titolare sarà per gran parte la stessa che ha vinto il derby. Quagliarella si allena a parte ma dovrebbe farcela mandando così ancora in panchina Patrick Schick. A centrocampo il dubbio è tra Praet e Linetty. Il belga è, ad oggi, leggermente favorito. Molto dipenderà da come il tecnico blucerchiato vorrà impostare la partita: con il polacco sarà una Samp abbottonata, con mister 10 milioni si proverà a dare una spinta in più ai padroni di casa.

Da sciogliere anche i nodi legati alle fasce. Nella difesa a quattro di Giampaolo confermatissima la coppia Skriniar-Silvestre mentre Regini e Sala sono ancora favoriti su Bereszynski e Pavlovic. I due italiani hanno maggiore confidenza con il calcio italiano e con queste sfide, così la Sampdoria riproporrà loro dall’inizio per provare a fermare i vari Cuadrado, Madzukic, Alex Sandro, Dani Alves e compagnia. Non rischiano il posto Muriel, eroe del derby, Torreira, motorino inesauribile della squadra,  Barreto, equilibratore principe e Bruno Fernandes, ormai titolare nel ruolo di trequartista.

La Sampdoria anti Juventus è quindi quasi completamente fatta, ci sono ancora tre allenamenti per decidere gli ultimi dettagli, forse saranno proprio questi a fare la differenza in un match che può essere un bel trampolino di lancio per i blucerchiati reduci da sette risultati utili consecutivi.

Condividi
Avatar
Nato a Genova nel 1985, appassionato di sport da sempre. Scrivo soprattutto di tiro con l'arco, grazie alla collaborazione con la Fitarco, e di pallanuoto nella sezione web dedicata de Il Secolo XIX. Negli scorsi anni sono stato uno degli speaker "sportivi" di Radio 19.