Tifosi Genoa: ”Ora basta” domani protesta a Pegli

983

I tifosi del Genoa della Gradinata Nord si schierano ancora una volta contro la società, domani appuntamento a Pegli per la protesta.

Continua la spaccatura tra i tifosi della Gradinata Nord e Preziosi. Il cuore dei tifosi del Genoa hanno diramato oggi questo comunicato:

Tifosi Genoa: “Vergogna!”

La Gradinata Nord, casa dei tifosi del Genoa
La Gradinata Nord, casa dei tifosi del Genoa

“Vergogna! Non ci sono molte parole per definire quello che è l’unico sentimento possibile da provare per chi in tutte le sue componenti rappresenta indegnamente il Genoa. Ora basta, questo non lo permettiamo più. Diamo appuntamento giovedì alle ore 14 al PIO XII a tutti quelli che hanno davvero a cuore le sorti della squadra più antica d’Italia e non vogliono più vivere una realtà triste, squallida e senza prospettive come quella attuale. Tutti uniti diremo basta a questa società e a questa squadra e – soprattutto – che la nostra pazienza è finita”

Il comunicato finisce così. L’appuntamento per i tifosi genoani è quindi per domani a Pegli per protestare contro l’operato della società rossoblù e contro la squadra. La Gradinata Nord si schiera ancora una volta compatta contro la gestione del Genoa, come aveva già fatto in passato. Quest’estate era stata firmata la tregua con l’incontro al Porto Antico tra i tifosi e il presidente Enrico Preziosi, una tregua fragile che infatti è già stata spezzata nelle scorse settimane. Contro il Bologna il gesto più eclatante,i gruppi della Gradinata Nord non erano entrati allo stadio e avevano invitato tutti i tifosi a non farlo per evidenziare il malcontento. Il comunicato arriva nel giorno in cui Pellegrini, ex presidente dell’Inter, si dice non interessato a comprare il Genoa.

Condividi
Avatar
Nato a Genova nel 1985, appassionato di sport da sempre. Scrivo soprattutto di tiro con l'arco, grazie alla collaborazione con la Fitarco, e di pallanuoto nella sezione web dedicata de Il Secolo XIX. Negli scorsi anni sono stato uno degli speaker "sportivi" di Radio 19.