Andrea Mandorlini: “Dobbiamo lavorare e far subito punti”

914

Giornata importante per Andrea Mandorilini che dopo aver diretto il primo allenamento ieri, oggi si è presentato alla stampa.

Tante le critiche piovute su Preziosi sulla scelta dell’ex Verona per il suo passato ma Mandorlini sembra avere già le idee chiare: “Sono contento di essere nel club più antico d’Italia. Sono emozioni forti, grazie al Presidente.  I tifosi? Da professionista ho sempre dato tutto per difendere i colori che allenavo. Lo farò anche per il Genoa ed anche loro, se i risultato lo permetteranno mi ameranno”. 
Oltre al suo arrivo si è parlato molto anche del no di Enrico Nicolini per amore della Sampdoria: “Con Enrico non siamo stati soltanto compagni di squadra. Siamo amici fraterni e proprio perchè ci vogliamo bene da fratelli non gli avrei mai chiesto di seguirmi al Genoa”. Ha aggiunto anche Alessandro Zarbano, presente al fianco di Mandorlini, sul caso Nicolini: “Come società ci tenevo a sottolineare che abbiamo sempre paralto con Mandorlini e non abbiamo mai preso in esame un possibile arrivo del Sig. Nicolini, anche se come professionista lo stimiamo e lo rispettiamo”. 
Tante le domande su modulo e tattica: “E’ solo un giorno e mezzo che lavoro on la squadra. Ovviamente ho una mia idea di gioco che dovrò capire se riuscirà ad essere adatta ha i giocatori che ho a disposizione. Simeone – Pinilla? Sono giocatori del Genoa e quindi possono giocare insieme”. 
Difficile entrare in corso dopo sette mesi di campionato in una squadra che non vince da 10 giornate: “La squadra l’ho trovata in salute sotto l’asetto fisico c’è molto da lavorare sul fattore psicologico, a mio parere, fondamentale più che delle gambe. In questi giorni dovremmo lavorare tanto sulla testa dei giocatori”. 
Infine non vuole fare nè calcoli nè tabelle: “Non so quanto sia la quota salvezza. Dobbiamo pensare partita per partita”.  

Condividi