Dopo Sampdoria-Cagliari: il bicchiere blucerchiato è mezzo pieno

Niente poker per la Sampdoria contro il Cagliari, ma secondo il nostro Marco Ferrera, Giampaolo può sorridere per il risultato finale.

Si interrompe invece con il pari casalingo contro il Cagliari la serie di tre vittorie consecutive della Sampdoria. Un risultato comunque positivo, considerato che se è vero che a pochi minuti dalla fine il palo ha negato a Torreira il gol della quarta vittoria di fila, poco dopo è stato il Cagliari a lamentarsi giustamente con il direttore di gara, per una rete annullata ad Ibarbo per una posizione irregolare di Pisacane, ininfluente nell’economia dell’azione.

Sampdoria: anche con il Cagliari partenza lenta

L’undici di Giampaolo, così come la settimana precedente contro il Bologna, non ha avuto un approccio ottimale al match, subendo dopo pochi minuti la rete di Isla , prontamente recuperata grazie allo slalom di Muriel che ha messo Quagliarella in grado di ritrovare la via del gol perduto. A proposito della fase iniziale della partita: negli spogliatoi Giampaolo si è lamentato delle condizioni del terreno di gioco, le scivolate arrivate numerose soprattutto nel primo tempo sono a mio giudizio da ascrivere al fatto che un quarto d’ora prima dell’inizio il prato è stato innaffiato e nella prima mezz’ora abbiamo assistito a tantissime cadute dei protagonisti in campo, forse sarebbe il caso di evitare di mettere in funzione gli idranti a pochi minuti dall’avvio della partita….

Fernandes delude, Djuricic no

Bruno Fernandes in campo con la Sampdoria
Bruno Fernandes in campo con la Sampdoria

Il Cagliari si è mostrato avversario più propositivo del Bologna visto la settimana precedente, il pari arrivato velocemente grazie a Quagliarella poteva far pensare ad una Samp nuovamente vincente ma i blucerchiati hanno pagato lo scarso apporto fornito alle due ispirate punte di Praet e soprattutto di Fernandes, ancora una volta deludente e sostituito all’intervallo dal ben più convincente Djuricic.

Anche l’ingresso di Linetty per il belga ha rimpolpato un reparto di mezzo dove il solo Torreira ha cantato e portato la croce, con Barreto che dopo un buon avvio è calato alla distanza , nella giornata in cui Giampaolo ha proposto Pavlovic al posto di Regini per avere maggiore spinta lateralmente ma l’ex frusinate si è mostrato troppo timido in proposito, bravissimo solo in occasione di una diagonale difensiva nel finale e Bereszinski ha fatto un passo indietro rispetto al match contro il Bologna, leggendo male un paio di situazioni in fase difensiva che avrebbero potuto costare care.

Viviano, bravissimo in un paio di circostanze a dire di no a gol che parevano fatti, ha avuto la fortuna di veder annullare il gol di Ibarbo, nato da una sua mancata presa su una palla che pareva innocua, l’ingresso stavolta molto tardivo di Schick ha ancora una volta messo in mostra, nei pochi minuti giocati, le potenzialità e la classe di questo ragazzo, autore di una giocata di tecnica sopraffina a ridosso della linea laterale che ha portato all’occasione più nitida, arrivata con il palo colto da Torreira a pochi minuti dal termine.

Importante aver proseguito con la striscia positiva, ora si attendono punti per rimpolpare la graduatoria , con la trasferta di Palermo e la partita in casa contro il Pescara dove la Samp dovrà essere brava a mantenere quella concentrazione che spesso in questo campionato è mancata contro formazioni di bassa classifica.

Condividi