Che festa ad Albaro: la Pro Recco supera il Settebello 14-6

74
La Pro Recco in vasca contro il Settebello
La Pro Recco in vasca contro il Settebello

La Pro Recco stende il Settebello alle Piscine di Albaro.

Equilibrio per due tempi, poi la Pro Recco dilaga e conquista la vittoria con il marchio indelebile dei suoi tre mancini: finisce 14-6 la seconda amichevole contro il Settebello disputata questa sera alla Piscina di Albaro, gremita per ammirare e applaudire il meglio della pallanuoto italiana e non solo. Con Volarevic tra i pali la squadra di Vujasinovic imprime subito il suo timbro: il mancino di Filipovic supera il numero uno azzurro sul palo corto dopo appena trenta secondi. Il pareggio è opera di Ravina in controfuga. A tre dal termine, però, è ancora la classe serba a salire in cattedra con Pijetlovic, magistralmente imbeccato da Ivovic, che sigla il 2-1 con cui si chiude il primo parziale.
I secondi otto minuti si aprono con un altro gol biancoceleste: lo mette a segno Di Somma da posizione 5 con un Del Lungo non impeccabile sul proprio palo. Fondelli, questa sera con la calottina blu del Settebello, non si fa intenerire dai propri compagni di squadra e nell’arco di due minuti rimette in parità la gara con due reti in superiorità. Ribaltone Italia che si completa grazie a Velotto abile a beffare Volarevic. Albaro salta in piedi per la conclusione dalla distanza di Molina che sbatte sull’incrocio dei pali e si insacca per il 4-4 di metà gara.
Cambio campo e super Mandic con alzo e tiro a spaccare la rete. Filipovic è in versione Rio e traccia un diagonale imprendibile per Del Lungo che vale il +2 Pro Recco. Botta e risposta tra Fondelli (tiro deviato che spiazza Volarevic) e Echenique lanciato in controfuga. Al minuto 22 il “Chalo” mette a segno la prima rete in superiorità. Il mancino numero 8 è ispirato e allunga ancora la distanza con un alzo e tiro che sbatte sul palo e su Del Lungo prima di entrare in porta. Pro Recco brillante, Settebello che cala: e così ecco arrivare la rete di Pijetlovic, a uomo in più per il 10-5 che spiana la strada della vittoria ai biancocelesti. Gara che inevitabilmente diventa un allenamento nell’ultimo quarto. La Pro Recco va addirittura sul +7 con Molina e Mandic (palombella per lui) a superare De Michelis. Nell’elenco dei marcatori c’è spazio anche per capitan Figlioli con il solito bolide (uomo in più). Poi ancora Pro Recco: Pijetlovic (superiorità) fa tredici, Filipovic su rigore mette a segno la sua tripletta che chiude i giochi e la festa.
“Queste partite sono molto importanti e servono soprattutto per i nostri stranieri di coppa che giocano meno e per i giovani della Nazionale che possono confrontarsi con i nostri campioni. Oggi siamo scappati nel terzo tempo, ma è stata partita vera fino alla fine ed è quello che ci vuole”.

PRO RECCO
Volarevic, Di Somma 1, Mandic 2, Bruni, Molina 2, Pijetlovic 3, Alesiani, Echenique 3, Figari, Filipovic 3 (1 rig), Aicardi, Ivovic, Dufour. All. Vujasinovic
ITALIA
Del Lungo, Di Fulvio, Esposito, Figlioli 1, Ravina 1, Velotto 1, Renzuto Iodice, Damonte, Presciutti, Bodegas, Casasola, Fondelli 3, Dolce, De Michelis. All. Campagna
Arbitri: Brasiliano, Savarese
Parziali: 2-1, 2-3, 6-1, 4-1
Superiorità numeriche Pro Recco 3/5 + 1 rigore, Italia 3/9
Note: Nessuno uscito per limite di falli; in porta De Michelis (I) nel IV tempo

Condividi
Avatar
Nato a Genova nel 1985, appassionato di sport da sempre. Scrivo soprattutto di tiro con l'arco, grazie alla collaborazione con la Fitarco, e di pallanuoto nella sezione web dedicata de Il Secolo XIX. Negli scorsi anni sono stato uno degli speaker "sportivi" di Radio 19.