22a FIORENTINA-GENOA 3-3: Finalmente Genoa! Hiljemark e Simeone pareggiano i conti

1015

Finalmente il Genoa torna a far punti lontano da Marassi ma quello che deve far felici Juric e tifosi è lo spirito della squadra che ha messo in campo anche sotto di due gol, riuscendo  ad arrivare ad un 3 a 3 incredibile. Come al solito Simeone protagonista con ben due gol e a soli 22 anni si sta prendendo sulla spalle una squadra che sembra aver ritrovato la giusta via. 

Juric schiera un Genoa tutto nuovo in piena emergenza a causa dei molteplici infortuni in mezzo al campo. La novità è quella di Izzo in cabina di regia al fianco di Cofie con Hiljemarc dietro le due punte Simeone e Pinilla. Il Genoa parte e bene tenendo il campo e cercando il pressing alto sui bravi possessori di palla viola. Ma la squadra di Sousa riesce comunque a prendere lo stesso il pallino del gioco, mettendo in difficoltà la difesa rossoblù.
La partita non regala emozioni ma il Grifone si complica la vita subendo un gol dalla lunga distanza al 19’ con Ilicic, sorprendendo Lamanna.
Il Genoa subisce il colpo e dopo quattro minuti rischia di capitolare ma la traversa salva Lamanna sul tiro fortissimo di Chiesa.
Ciò che preoccupa di più della squadra di Juric e che non sembra avere quella forsa e quello spirito di inizio anno che ha garantito prestazioni e punti candidandosi anche ad essere una delle rivelazioni del campionato, ma adesso così non è.
Piove sul bagnato perché arriva a metà del primo tempo l’ennesimo infortunio di Isaac Cofie e arriva così l’esordio di Tarrabt indietreggiando Hiljemark al fianco di Izzo.
Il primo tempo finisce tra gli sbadigli perché non accade più nulla, anche se il Genoa ha finito molto meglio la prima frazione.
Il secondo tempo si apre con un Genoa molto più intraprendente grazie anche ad un Taarabt davvero ispirato. Il Grifone trova il gol dopo un forcing sulla difesa della Fiorentina al 57’ con il solito Simeone, anticipando con un tocco sotto Sportiello. Nota di merito anche per Taraabt he riesce subito ad essere decisivo.
Ma il Grifone si trasforma e dopo tre minuti arriva anche la prima gioia per Hilejmark. Simeone va sulla fascia lasciando sul posto Astori trova ancora una volta Taarabt che calcia in porta, ma sulla traiettoria del pallone c’è l’ex Palermo che firma il 2 a 2.
Dopo due mesi si rivede finalmente il Grifone targato Ivan Juric dei primi mesi riuscendo in una rimonta incredibile.

Ma come è accaduto contro il Crotone Burdisso e compagni iniziano ad avere paura abbassandosi troppo e lasciando spazio al Fiorentina.
Con tutto lo spazio a disposizione Kalinic e Bernardeschi fanno ammattire la difesa del Genoa su tutti Munoz che non riesce a chiudere e così il croato incrocia e segna la terza rete, ad un Lamanna non troppo attento in questa giornata.
Ma il Genoa ci crede fino alla fine e schiaccia nella propria metà campo la Fiorentina e trova meritatamente il gol del pareggio sul calcio di rigore per un evidente fallo di Bernardeschi di mano sul colpo di testa di Izzo. Sul dischetto va “el cholito” e non sbaglia portando a 10 i gol nella sua prima stagione in Italia.
Dopo tre minuti di recupero si chiude la partita.

Condividi