La Locatelli esce a testa altissima dal match contro Imperia

US Luca Locatelli Genova - RN Imperia
US Luca Locatelli Genova - RN Imperia

Partita-evento alla Sciorba, gremita da quasi trecento spettatori,tutti di rara correttezza e competenza, con contorno di troupe televisive, giornalisti e fotografi di fama, tanti motivi per seguire questo incontro, a partire dalla prestigiosissima avversaria, l’Imperia di Mercedes Stieber club che solo pochi anni fa ha conquistato lo scudetto assoluto, che lo scorso è retrocesso, non senza lottare strenuamente, per arrivare al ritorno in panchina di Stefano Carbone per la Locatelli ed in vasca di molte giocatrici, da una parte la stessa Merci Stieber, una delle più importanti giocatrici della intera storia della pallanuoto mondiale, dall’altra addirittura quattro, fra cui spicca logicamente la rientrante Carolina Marcialis, sei anni lontana dalle vasche, purtroppo per la pallanuoto.

Presente in tribuna anche Antonio Cassano che insieme a tutta la famiglia ha seguito ed incoraggiato Carolina e tutta la squadra dal primo all’ultimo minuto di partita.

E i presenti hanno in ogni caso avuto ragione, avendo potuto assistere ad una partita a tratti molto spettacolare, con gol di pregevolissima fatura da parte di Amoretti, Sieber e della vicecampionessa mondiale giovanile Cuzzupè,e, per parte genovese, di Figari (capitano), Sessarego e della stessa Marcialis.

Parte bene la Locatelli con gran tiro della Figari, ma l’Imperia rimonta e chiude in vantaggio il primo tempo 1-3 con doppietta di Amoretti e rete di Cuzzupè, Alla terza rete della stessa Cuzzupè risponde a 5.34″ da fine secondo tempo Carolina Marcialis con un impressionante “coast to coast” che segna il suo ritorno alla realizzazione di reti ufficiali in campionato. E’ l’esperta Bencardino ad allargare la forbice trasformando in superiorità numerica il 2-5 col quale si chiude il secondo parziale.

Nel terzo tempo l’ Imperia è brava ad approfittare di parecchie disattenzoni delle genovesi, ed a chiudere virtualmente l’incontro, ancora con Amoretti e Cuzzupè, autrici di due reti a testa, mentre le lontre rispondono con la sola Sessarego, che prova a tenere accesa la fiammella della speranza con una bella botta da fuori. Si termina la frazione con il cronometrista che nonostante la chimata del timeout (puntualmente rilevata dalla segretaria di giuria) lascia passare gli oltre due secondi che ancora mancavano alla fine senza fermare il cronometro. La protesta del tecnico viene sanzionata da Savino con il secondo giallo. Il quarto tempo, nonostante l’esito compromesso della gara è pirotecnico e le biancorossoblu genovesi meriterebbero nettamente di vedersi assegnato il parziale, con sei reti realizzate (due a testa di Marcialis e Figari ed una per Ilaria Adamo e Sessarego), mancano due rigori clamorosi non fischiati dal direttore di gara, uno con Amoretti che, sanzionata con l’espulsione temporanea, continua bellamente ed indisturbata ad interferire nel gioco in due occasioni e su due giocatrici diverse, il secondo con l’inglese Rachel Bull che trattenuta vistosamente sulla schiena ad un metro dalla porta ed al centro della stessa si vede prima assegnare col “cinque” il rigore, e dopo ridimensionare la pena con una semplice espulsione a favore, poi non trasformata. Mentre dall’altra parte le situazioni vengono in questa fase valutate con diversa generosità, clamorosa la circostanza nella quale l’americana Mata’afa sigla la prima rete italiana, dopo avere affondato la sua marcatrice e, buon peso, il portiere Coduri. Sta di fatto che in questa frazione con le doppiette della Sieber e della stessa Mata’afa e le reti di Cuzzupè e Garibbo, l’ Imperia mantiene le distanze, impatta il parziale sul 6-6 e si porta a casa il 9-15 finale conquistando meritatamente i primi tre punti di un campionato nel quale è attesa da un ruolo di protagonista assoluta. Alla Locatelli resta il rammarico per una gara non giocata al meglio, nella quale le attenuanti dell’assenza di Guenalina Benvenuto, ancora squalificata dopo lo sciagurato arbitraggio di Fusco in gara 2 dei playout dello scorso anno, e di un arbitraggio assolutamente non favorevole sono oggettivamente troppo flebili ed insufficienti, ma anche vari motivi per sorridere: considerato che era solo la prima giornata e che una squadra salvatasi all’ultimo minuto di gara tre dei playout sfidava una squadra retrocessa da pochi mesi (e non senza lottare) dalla A1.

Commento del tecnico della Unione Sportiva Luca Locatelli Genova, Stefano Carbone “Anzitutto devo dire che se da un lato non sono affatto soddisfatto della prestazione delle ragazze, devo dire che in questa prima prova non brillantissima ho le mie responsabilità, penso tutto sommato di averci messo del mio, sono in debito con le mie ragazze in tal senso e vedrò di porre rimedio al più presto, loro dovranno giocare però con molta più autorità e personalità, le capacità e le possibilità le hanno tutte ed il tempo pure. Non dimentico il valore del nostro avversario, che oggi ha meritato sicuramente i tre punti, anche se in parte del divario ha messo un pochino di suo anche il direttore di gara con vari errori che qualcosina ci sono costati, io credo che un distacco di due o tre gol avrebbe fotografato meglio la differenza fra le compagini, ma, ripeto, noi dobbiamo lavorare sodo perchè il gap fra noi e le squadre di vertice non è nè troppo ampio, nè incolmabile.

Ci sono state anche alcune cose positive, quelle tecniche me le tengo per me,ma voglio invece ringraziare ed evidenziare il pubblico, numeroso, caldo, correttissimo da ambo le parti, bellissimo vedere tanti piccoli pallanuotisti (provenienti in gran parte dalle giovanili maschili e femminili nostre e del Quinto) incitare fino alla fine le nostre ragazze nonostante il risultato non favorevole e la nostra giornata non brillantissima.  Grazie a tutti per l’applauso finale, che ha detto veramente tante cose, e tutte molto belle.Continuate a sostenerci, non vi deluderemo.”

U.S.Luca Locatelli Genova – R.N.Imperia 9 – 15
(1-3; 1-2; 1-4; 6-6)

Us Luca Locatelli Genova: Coduri, Figari (3), Sbarbaro, Capello, Ricchini, Bull, Adamo (1), Nucifora Cat., Marcialis (3), Valsecchi, Sessarego (2), Giavina, Nucifora Car.

Allenatore: Stefano Carbone
Rn Imperia 1957: Risso, Amoretti (5), Mata’afa (2), Cuzzupé (4), Stieber (2), Mirabella, Gamberini, Garibbo (1), Ruma, Bencardino (1), Drocco, Crocetta, Di Mattia.

Allenatore: Mercedes Stieber

Arbitro: Savino.

U.S.Luca Locatelli Genova: Superiorità numeriche 2 su 11, nessun rigore assegnato
R.N.Imperia Superiorità numeriche 6 su 13, rigori 1 su 1

Altri risultati Girone Nord:
Promogest-Marina Militare SP 14-5
Pallanuoto Trieste-Como Nuoto 9-16
Florentia-Varese Olona 12-1
Css Verona-Firenze 12-6

Classifica: Rn Florentia, Promogest, Como, Rn Imperia, CSS Verona punti 3; Firenze, Locatelli Genova, Trieste, Marina Militare e Varese punti 0

Prossimo turno (domenica 29 gennaio 2017): A Varese ore 15 Varese Olona Nuoto-Unione Sportiva Luca Locatelli Genova, Imperia-Promogest, Como-Verona, Firenze-Florentia, Marina Militare La Spezia-Trieste

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.