La Sampdoria punta sui giovani. Sensi e Bisoli il futuro

789

La Sampdoria dopo aver convinto sia Torreira e Silvestre a rimanere in blucerchiato Osti e tutta la sua squadra mercato si stanno muovendo per cercare innesti giusti in varie zone del campo.
Uno dei primi tasselli da inserire nella rosa di Giampaolo è un centrocampista visto che Luca Cigarini non ha mai convinto il tencico e anche Osti ha confermato il suo addio. Tante le squadre su l’ex centrocampista dell’Atalanta ma chi sta facendo sul serio è il Sassuolo, anche se è arrivato Aquilani Di Francesco vuole u centrocampista con le sue caratteristiche per sopperire all’assenza di Magnanelli. Le due squadre stanno parlando la Samp vorrebbe fare uno scambio di prestiti inserendo nella trattativa Sensi, giovane centrocampista che piace molto a Giampaolo.
Sempre per il centrocampo i blucerhciati hanno messo gli occhi su Dimitri Bisoli, figlio del tecnico del Vicenza, che in questa stagione al Brescia si sta mettendo in mostra attirando l’attenzione anche di diversi club di Serie A, su tutti il Cagliari. Osti ha già avviati diversi contatti e filtra fiducia nell’ambiente.
Un altro reparto che ha bisogno di rinforzo è la difesa, che in questa stagione ha dimostrato in più di una occasione di non avere sostituti all’altezza sia al centro che sulle corsie laterali. Sono stai fatti molti nomi ma quelli più vicini, e che piacciano di più all’allenatore sono Marius Oikonomu e Davide Santon. Per il centrale del Bologna sembrava tutto fatto ma ala trattativa si è arenata a causa delle alte pretese del giocatore, ma Osti se non trovasse altre soluzioni, si era pensato a Ranocchia ma non ha lasciato un buon ricordo, tornerà all’attacco negli ultimi giorni di mercato.  Per quanto riguarda invece Davide Santon è un giocatore che in ogni sessione di mercato viene accostato alla Sampdoria ma per tante motivazioni non arriva mai, forse questa potrebbe essere la volta buona. Il giocatore gradirebbe di buon grado la soluzione Sampdoria dove potrebbe trovare spazio e giocare con continuità, la palla adesso passa alle due società.
Per quanto riguarda l’attacco non si ci aspetta molto visto che la cessione di Budimir è stata congelata e l’esplosione di Schick ha cambiato anche le gerarchie ma Giampaolo non ha chiesto rinforzi, almeno che non arrivino grandi offerte da qua al 31 gennaio.

Condividi