16a INTER – GENOA 2-0: Brozovic condanna un ottimo Genoa, gli highlights

1054

Il Genoa esce sconfitto da  San Siro ma a testa alta. La squadra di Juric mette in campo una prova maiuscola andando più volte vicino al gol. 
Giovedì arriva la Fiorentina ma il Grifone sembra aver ritrovato la verve di inizio stagione. 

[mom_video type=”youtube” id=”mRlMuZnoSec”]

Juric cerca il colpo grosso a Milano che manca ormai da 22 anni. Il croato conferma praticamente lo stesso undici che ha pareggiato a Verona le uniche variazioni di formazione sono Laxalt e Ocampos dal primo minuto.
In un San Siro molto freddo il Genoa parte subito forte imponendo il proprio ritmo alla gara affidandosi ad un Simeone davvero ispirato che cerca di sfondare tra le maglie neroazzurre ma Miranda e D’Ambrosio fanno buona guardia in più di una occasione.
La squadra di Juric mette in serie difficoltà l’Inter grazie ad un grande pressing che porta a sbagliare i palleggiatori dell’Inter con un Joao Mario poco in palla.
Il Grifone va vicino al gol nel cuore del primo tempo prima con Lazovic, dopo una bella azione sulla fasicia destra il serbo calcia un bel rasoterra sul quale Handanovic non può nulla ma alle sue spalle arriva D’Ambrosio che salva sulla linea. Poco dopo ancora Lazovic mette un bel pallone in mezzo sul secondo palo sul quale arriva Ocampos al momento ma il portiere sloveno si esalta e salva i suoi.
Ma dopo pochi minuti arriva la doccia fredda per il Grifone al 38’. Joao Mario va dalla bandierina trova Brozovic dal limite che con un grande piatto destro fulmina Perin.
Vantaggio immeritato per quanto si è visto nei primi quarantacinque minuti perché il Genoa è stato padrone del campo per gran parte del match rischiando pochissimo e alla prima occasione al squadra di Pioli ha trovato il vantaggio.
Il secondo tempo si riapre con l’Inter che cerca di cambiare qualcosa e rinfoltire il centrocampo togliendo un Eder poco ispirato e inserendo un giocatore come Felipe Melo per andare a infastidire gli inserimenti di Ocampos e Rigoni,  ma il canovaccio della partita non cambia.
Il Genoa continua a macinare gioco ma non riesce mai a trovare la via del gol, Juric prova ad inserire, come sempre, Ninkovic al posto di Ocampos e aumenta la pericolosità grazie ai suoi tiri a giro che mettono più volte i brividi ad Handanovic.
Al 67’ il Grifone va ancora una volta vicino al gol, Lazovic semina il panico sulla destra dove Nagatomo non riesce a contrastarlo, mettendo in mezzo un pallone perfetto ma sia Simeone che Ninkovic non riescono a trovare la deviazione giusta, buttando al vento l’ennesima occasione della partia. Spesso il calcio è una scienza esatta: “gol sbagliato gol subito” e così è accaduto. Si accendo l’asso portoghese lasciando sul psoto con un bel gioco di gambe Izzo, entra in area serve Brozovic che non sbaglia.
Risultato davvero ingiusto per come è andata la partita e viste le tante occasioni che ha avuto il Genoa.
Non accade più nulla fino al 90’ con un Genoa che non riesce più a reagire e dopo 2’ minuti di recupero Valeri manda tutti sotto la doccia.

Condividi