Genoa: l’elogio di Rincon, principe del centrocampo

Thomas Rincon è il principe del centrocampo del Genoa. Per i tifosi è il nuovo idolo, soprattutto dopo l’impresa contro la Juventus.

Rincon, Rincon”. Un coro assordante si è levato al cielo a metà della ripresa di Genoa-Juventus, quando il General, dopo aver perso la sua prima palla della partita, l’ha recuperata in tre secondi con uno slancio superlativo di grinta e tempismo. Il capitano del Venezuela sta contendendo sempre più a Mattia Perin il titolo di rossoblù più amato dai tifosi. Un concentrato di determinazione, sagaci a tattica, abnegazione al servizio del Grifone, un esempio per qualsiasi compagno, un giocatore che non tradisce mai, neppure dopo aver trasvolato l’oceano andata e ritorno per rispondere all’appello della sua Nazionale. E anche un genoano autentico, stregato dalla Nord e orgoglioso di indossare questa maglia.

Juve su Rincon: il Genoa non lo deve cedere

Rincon lottatore del Genoa
Rincon lottatore del Genoa

Quelle due sillabe ripetute da 25 mila spettatori rappresentano anche un’invocazione ed un monito rivolto al presidente Enrico Preziosi, tenuto ad assumere tra un mesetto decisioni importanti sul fronte mercato. L’incedibilità di Pavoletti è stata ribadita troppe volte per far pensare ad un clamoroso ripensamento che non sia dovuto ad un’offerta di quelle irrinunciabili. Mai il Joker ha però espresso identici concetti per il centrocampista principe, entrato ormai nel cahier dei desideri della Vecchia Signora. E intanto i infittiscono le voci di un trasferimento del venezuelano in bianconero, con contropartita parziale Hernanes, verso cui il patron genoano non ha mai negato un vivo interessamento. Un affare condizionato ovviamente dal cospicuo conguaglio che finirebbe nelle casse piuttosto esangui del Genoa.

Nell’ottica del supporter, la rinuncia a Rincon sarebbe un colpo pesante, ma se così fosse, si potrebbe forse biasimare un sacrificio tecnico operato sugli alta ri del bilancio? Dunque, auguriamoci tutti che il Prez resista alle lusinghe bianconere, ma – almeno per ora – non illudiamoci che le accorate argomentazioni de l popolo genoano vengano accolte.
In attesa di sapere di più in merito, concedeteci una convinzione: l’amatissimo Tomàs, pur senza possedere le movenze del classico “regista”, appare in grado di  comandare il gioco della squadra pur senza abdicare al ruolo prediletto di medi ano, da lui assolto alla grandissima. Quando tutti i compagni si muovono e si smarcano, non occorre un “meneur de jeu” tradizionale per far girare la manovra: lo si è capito limpidamente domenica, quando lo stesso Rincon, Rigoni e – in part e – persino Cofie si sono alternati in fase di impostazione con risultati egregi.

Juric, per mille ragioni che è inutile elencare, non manderà certamente a mare i l titolare della regìa, Miguel Veloso, ora reduce da squalifica, ma la consapevolezza di disporre di un’alternativa efficace lo lascerà senz’altro più tranquillo. Ora più che mai tocca al portoghese adattarsi ad un’interpretazione più dinamica e veloce del ruolo: modifica necessaria in un complesso che può fermare qualsiasi avversario solo con il pressing alto e con un ritmo forsennato. In caso contrario, riaffiorerebbero i limiti arcinoti del Genoa 2016-2017.

L’ultima nota si richiama all’imminente debutto in Coppa Italia. Juric si è affrettato a dichiarare che questa manifestazione può rappresentare lo… scudetto per una squadra non certo votata per primeggiare in campionato. Certe frasi però sono state rilasciate anche dal suo predecessore, prima di patire certe clamorose delusioni che levati. L’uomo di Spalato lo prenda come impegno e respinga la tentazione di proporre un sesquipedale turn-over: i tifosi rossoblù, almeno su questo fronte, lo aspettano al varco.

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.