Con Pradè nasce la Sampdoria del futuro

960

Settimana decisiva per la Sampdoria e per Giampaolo che in queste prime giornate di campionato non sta producendo i frutti sperati ad inizio stagione, e Ferrero pensa anche ad un cambio in caso di sconfitta contro il Genoa. 
Ma in tanto il numero 1 blucerhiato è pronto a far entrare in società uno dei più grandi dirigenti italiani: Daniele Pradè. 
La notizia è iniziata a circolare nel pomeriggio di domenica ed ha trovato subito conferme con l’ex direttore di Fiorentina e Roma pronto nelle prossime ore a mettere nero su bianco il suo contratto che lo legherebbe con il club di Corte Lambruschini.
Carlo Osti? In molti hanno pensato ad un suo addio ma in questo momento Ferrero non si vuole privare di lui che ha fatto molto bene in queste sessioni di mercato, mettendo la faccia anche nei momenti più difficili della stagione e sapendo gestire anche situazioni difficili dal punto di vista mediatico. Dimostrando di essere anche un abile collante fra società e squadra. Sicuramente dovrà lavorare in sinergia con Pradè e poi a giugno si potrebbero aprire nuovi scenari anche per lui.
Pradè arriverà con la carica di Responsabile dell’Area Tecnica pronto a portare tutta la sua esperienza sia in società che sul campo, lui che è sempre riuscito ad allestire ottime squadre facendo quadrare sempre i bilanci.
Oltre ad Osti potrebbe salutare la Sampdoria l’Avvocato Romei in procinto di candidarsi per la presidenza della Lega, contando sull’appoggio di una decine di squadre, è lui il nome forte di queste elezioni, aspettando la decisione di Adriano Galliani che potrebbe far vacillare le sicurezze di Romei.

Settimana più che intensa in casa Sampdoria con Ferrero che vuole vedere una squadra diversa sia fuori che dentro il campo e che non ha più voglia di vedere rilegata nei bassi fondi della classifica.
La nuova Samp sta partendo da vedere se Giampaolo riuscirà a convincere in primis il Presidente, che lo ha voluto fortemente ad inizio stagione.

 

Condividi