Portieri in dribbling…ma non troppo

Condividi

Perin e Viviano sono incappati in errori grossolani con i piedi nelle ultime gare. Gianni Vasino fa il punto sul ruolo dei portieri nel calcio moderno.

Durante Bologna-Genoa il portiere dei rossoblù si appresta a rimettere in gioco la palla,ma prima di calciare guarda dove sono posizionati i compagni per raggiungere quello più libero, ma il pallone gli scappa dalle mani ed è costretto a recuperarlo oltre la linea che definisce l’area di rigore.

Secondo il regolamento l’arbitro avrebbe dovuto fischiare il fallo e ammonire il numero uno genoano. La settimana scorsa era stato il sampdoriano Viviano a salire alla ribalta sbagliando un rinvio e permettendo agli avversari del Cagliari di segnare un gol in tutta tranquillità. Negli ultimi anni il gioco dei portieri è radicalmente cambiato dopo che nel 1992 il regolamento ha vietato di toccare con le mani il retropassaggio di un compagno.

Da allora i piedi, per l’ultimo difensore, sono diventati molto importanti perché, gli viene richiesto di essere il primo costruttore dell’azione e non solo nei rimandi per l’azione avversaria conclusa fuori, ma anche riuscendo a dribblare l’avversario nel recupero di un lancio lungo o di un retro passaggio sbagliato. Ormai negli schemi delle ripartenze l’uso dei piedi dei portieri è diventato del tutto normale basta ricordare cosa ha fatto in Roma-Torino l estremo difensore giallorosso ha dribblato Belotti con la suola dello scarpino lasciandolo….basito !!!! L ‘ evoluzione del gioco di questo ruolo è stata epica e il cambio scelto da Guardiola che ha voluto tra i pali Claudio Bravo perché giudicato migilor giocatore con i piedi di Joe Hart ,portiere della nazionale inglese , ed in forza ai granata che ringraziano per l’ottimo rendimento Gigi Donnarumma, molto forte per la reattività e la sicurezza, desta qualche perplessità proprio per il gioco con i piedi ,ma non gli manca il tempo per migliorare Lo stesso Perin ogni tanto si impegna con successo nel rilancio di prima raggiungendo il compagno avanzato in grado di dare consistenza alla ripartenza Del resto anche Buffon non è mai stato un grande giocatore con i piedi ,ma non si può certo criticare il rendimento dfel Gigi nazionale perché prima di tutto al portiere è sempre richiesto di saper parare !!!!

Condividi

Articoli correlati

I precedenti tra Samp e Como al Ferraris, quante salvezze strappate ai lariani!

A Genova arriva il Como lanciatissimo verso la promozione...

Franz Beckenbauer, il dispensatore di serenità

Diciamo la verità: fino a Franz Beckenbauer eravamo tutti...

Il Genoa vince il derby primavera con il gol di Ghirardello e le parate di Calvani

Va al Genoa il derby Primavera. Decide Ghirardello al...

I precedenti tra Sampdoria e Catanzaro al Ferraris

Arriva a Genova il Catanzaro che non gioca al...

Un saluto a “Basleta”, “Giuanin” Lodetti, 129 partite consecutive nella Samp

Ciao capitano di quella Samp delle nostre prime domeniche...

Jan Jongbloed, portiere straordinario dell’Olanda rivoluzionaria

Era il tardo autunno del 1940 ed il 25...