4a Sassuolo-Genoa 2-0: Genoa sprecone. Defrel e Politano non perdonano

Il Genoa esce sconfitto dal Mapei Stadium per 2 a 0 ma a testa alta e con tanti rimpianti per Pavoletti e compagni che non hanno sfruttato a dovere le occasioni avute nell’arco della gara, trovandosi davanti anche un Consigli in giornata di grazia. Juric può essere soddisfatto dei suoi per come hanno giocato e può essere fiducioso in vista dell’impegno contro il Napoli mercoledì sera.

 

Il Genoa parte bene senza alcun timore della squadra di Di Francesco, che giovedì ha scritto una pagina importante della sua storia battendo in Europa League l’Athletic Bilbao, e fa del bel gioco la sua arma vincente.  In molti si aspettavano una gara divertente ma non è così e il gioco stenta a decollare, regalando molti contrasti in mezzo sul quale il Genoa ha la meglio in molti casi, ma che non riesce poi a trasformarli in azioni da gol.

Ma l’azione più ghiotta arriva dai piedi dell’ex blucerchiato Duncan che sfrutta l’errore di Izzo in fase di impostazione, calciando un destro potente che si va ad infrangere sul palo alla destra di Perin. Il Grifone dimostra di avere carattere e continua a giocare senza subire l’assalto neroverde cercando di ripartire in contropiede. Lazovic dimostra di essere in giornata riuscendo ad andare più volte sul fondo e mettendo cross molto interessanti per la testa di Pavoletti, ma Antei e Acerbi non lasciano alcun tipo di possibilità di tiro all’attaccante livornese.
Il gol arriva da parte del Genoa al 23’ firmato da Rigoni, ma Gavillucci fischia un fallo in attacco da parte di Burdisso che ha fatto letteralmente infuriare sia i giocatori che Juric.
La gara perde di intensità e non si creano occasioni da gol fino al fischio finale della prima frazione di gara che si conclude a reti inviolate.
Il secondo tempo inizia con un cambio tra file del Sassuolo con Ricci al posto di Ragusa per dare maggiore velocità all’attacco. Invece Juric conferma gli stessi 11. Il Genoa si getta subito all’attacco andando vicino al gol due volte nei primi due minuti. La prima occasione da calcio a fermo a pochi passi dal limite dell’area calcia Veloso e Consigli ci deve mettere una pezza mettendo in pallone in calcio d’angolo. Lazovic dalla bandierina e mette in mezzo un pallone perfetto sulla testa di Burdisso, ma il capitano del Grifone mette fuori.
I rossoblù non si fermano e capiscono che è il momento giusto per pungere e cercare di andare in gol ama ancora un volta Veloso e poi Pavoletti a meno di due metri dalla porta del assuolo non trova la porta. Tante le occasioni non sfruttate dagli uomini di Juric e così arriva il gol del Sassuolo.
Sugli sviluppi di un calcio da fermo Defrel recupera palle su Orban e dopo pochi passi Pavoletti lo stende e Gavillucci non può far altro che fischiare il calcio di rigore. Politano va sul dischetto e non sbaglia.
La squadra di Juric non demorde a va vicino al gol nuovamente per duepolitano volte con Lazovic e Veloso ma Consigli in giornata di grazia compie due parate che salvano il Sassuolo. Sul ribaltamento di fronte arriva il raddoppio dei neroverdi con Defrel che di testa fulmina Perin, che pochi minuti prima aveva detto no a Ricci.
La rete di padroni di casa arriva nel momento migliore del Genoa e che non meritava assolutamente di subire la seconda rete. Juric non vuole lasciare nulla di intentato e inserisce sa Simeone, all’esordio in Italia, e Ocampos, schierando il Genoa con un 4-2-4.
Anche se il potenziale in attacco è altissimo il Grifone non riesce più a creare azioni da gol mostrando visibilmente di essere scarico dal punto di vista mentale e fisico dopo aver speso tanto nei minuti precedenti.
Al 41’ nel finale di gara viene espulso Veloso che dopo aver commesso fallo su Magnanelli, protesta e manda a quel paese Gavillucci, che non apprezza e lo manda sotto doccia anzi tempo.
Anche nel finale della partita va vicino al gol con Capitan Burdisso ma Consigli si super ancora una volta.
Dopo tre minuti di recupero arriva la fine del match.

 

IL TABELLINO

SASSUOLO-GENOA 2-0

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Antei, Acerbi, Peluso; Pellegrini (19′ st Biondini), Magnanelli, Duncan; Politano, Defrel (36′ st Matri), Ragusa (1′ st Ricci).
A disposizone: Pegolo, Pomini, Cannavaro, Terranova, Adjapong, Letschert, Mazzitelli, Dell’Orco, Iemmello.
Allenatore: Di Francesco
Genoa (3-4-3): Perin; Izzo, Burdisso, Orban; Lazovic (25′ st Simeone), Rincon, Veloso, Laxalt; Rigoni (14′ Pandev), Pavoletti, Gakpe (29′ st Ocampos).
A disposizione: Lamanna, Biraschi, Gentiletti, Fiamozzi, Cofie, Zima, Munoz, Ntcham, Edenilson.
Allenatore: Juric

Arbitro: Gavillucci

Marcatori: 13′ st Politano su rig., 21′ st Defrel
Ammoniti: Pavoletti, Orban, Veloso
Espulso: Veloso

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.