Pavoletti è pronto per prendersi l’Italia

934

Stasera scende in campo l’Italia per la prima partita valida per le qualificazioni ai mondiali del 2018. Giampiero Ventura è molto prudente e non vuole vedere una squadra scarica e senza motivazioni come è successo settimana scorsa contro la Francia.
Rientra Bonucci in difesa al fianco di Barzagli e Chiellini che daranno una maggiore solidità a tutta la squadra. In mezzo al campo è pronto a riprendersi la maglia azzurra Marco Verratti, il grande assente di Euro 2016, che con Ventura potrebbe trovare la definitiva consacrazione anche a livello di nazionali e l’Italia finalmente  avrebbe il degno erede di Andrea Pirlo. Per quanto riguarda l’attacco il Ct non vuole rischiare e si affida alla coppia degli ex blucerchiati: Eder e Pellè.
Ma a far scalpore ancora una volta è la probabile esclusione dal primo minuto di Leonardo Pavoletti. Ventura ha detto più volte che sarà una nazionale diversa da quella di Conte, ma al momento non sembra così. Perchè sia Eder che Pellè non stanno vivendo un grande momento con i propri club, specialmente l’italo-brasiliano che con la sua Inter ha messo a segno un solo gol in gara ufficiali da gennaio. Mentre Pellè ha deciso di emigrare in un campionato come quello cinese che di certo il livello e la velocità di gioco non sono paragonabili al calcio europeo. Pavoletti rappresenta sia il presente che il futuro della nazionale, insieme a Belotti, ma in questo momento l’attaccante del Genoa sembra pronto a prendersi sulle spalle la maglia da titolare della nazionale, Ventura dovrebbe avere più coraggio e puntare su un ragazzo che ha fame e che ha voglia di arrivare come l’attaccante del Genoa. I numeri sono dalla sua, i tifosi, non solo quelli rossoblù, vogliono vederlo dal primo minuto e quella contro Israele sembra essere la partita giusta. Anche l’esperienza con il Genoa è incominciata da gregario diventando dopo pochi mesi assoluto protagonista e così la storia si potrebbe ripetere anche con la maglia azzurra.

Condividi