Bridgette Alvarez approda a Rapallo

Condividi

Dopo il ritorno in calottina gialloblu di Arianna Gragnolati, il Rapallo Pallanuoto annuncia il secondo colpo di mercato in vista della stagione 2016/2017. Che arriva da oltreoceano, precisamente dal sole della California. Si chiama Bridgette Alvarez, ha 22 anni ed è un promettente centroboa.

Bridgette ha militato nella NCAA Division 1 di pallanuoto femminile (il campionato collegiale di massima serie in USA) nella squadra della Loyola Marymount University di Los Angeles, ateneo dove ha conseguito la laurea in Amministrazione e Finanza. Ora, per Bridgette, è arrivato il momento di cambiare continente, Paese, vita. E ha scelto l’Italia, precisamente il Rapallo Pallanuoto.

“Ho deciso di venire in Italia perché, dopo la laurea e l’esperienza nel campionato collegiale, volevo proseguire la mia carriera sportiva a livello professionistico – racconta Bridgette – Ho sentito parlare di quanto sia meravigliosa l’Italia, volevo provare nuove esperienze e ho pensato che proprio l’Italia facesse al caso mio». A settembre, per Bridgette inizierà un nuovo capitolo sportivo. “Ho scelto il Rapallo Pallanuoto su consiglio di una mia compagna di squadra che ha giocato nel campionato italiano lo scorso anno – prosegue il centroboa statunitense – Ho sentito parlare molto bene sia della Società, sia della città dove questa ha sede. Il tecnico Luca Antonucci e il team manager Claudio Patrone sono stati molto disponibili e mi hanno supportata in questo periodo, il che ha reso la scelta più semplice”. Bridgette è entusiasta all’idea di giocare nel campionato italiano: «Credo che la Serie A1 sia molto interessante, così come lo sono le squadre che vi militano. Mi hanno detto che è un campionato impegnativo, ma preferisco valutarlo con i miei occhi ed affrontarlo! I miei obiettivi per la prossima stagione? Crescere pallanuotisticamente parlando e contribuire ai successi della squadra”.

Note positive dal tecnico gialloblu Luca Antonucci: “Bridgette mi è stata segnalata quale giovane centroboa molto promettente – commenta – Ho visionato alcuni filmati delle sue partite e da quello che ho visto non posso che confermarlo: è una giocatrice potente ed esplosiva ed essendo molto giovane ha margini di miglioramento. Nell’ultima stagione del campionato collegiale ha segnato più di trenta gol, e poi è di scuola americana, dove si gioca una pallanuoto di livello: Bridgette ha militato in Division 1, il che è garanzia di qualità. In più ha una gran voglia di lavorare e misurarsi in campo professionistico, un aspetto senza dubbio positivo in un’ottica di squadra”.

Condividi

Articoli correlati

A1 femminile: Bogliasco pronto per la sfida con Acireale

Dove eravamo rimasti? Dopo quasi tre mesi di stop...

RN Savona, Bruni e Nicosia raccontano l’Argento italiano a Doha 2024

A pochi giorni dalla conquista della medaglia d’argento nella...

Netafim Bogliasco 1951 fa festa dopo il derby con il Chiavari

Le vittorie sono tutte belle e importanti. Ma qualcuna...