Genoa: arriva Gentiletti, lo “storto” con Marassi nel destino

Terzo colpo di calciomercato del Genoa. Arriva dalla Lazio il centrale mancino Gentiletti che con Marassi ha un rapporto particolare.

In attesa di sbloccare la situazione Barba, il Genoa stringe per Gentiletti. Arriverà dalla Lazio, è il difensore mancino che serve a Juric per blindare la retroguardia e avere un giocatore di piede opposto rispetto a Burdisso. Un modo anche per far ripartire la manovra in maniera più veloce e incisiva.

Trentuno anni, non è sicuramente bello da vedere Gentiletti. Anche per questo, forse, in Argentina lo avevano soprannominato lo “storto”. La grazia non è una sua caratteristica ma con la Lazio ha fatto vedere di essere maledettamente efficace. In patria, prima di arrivare in Capitale, aveva vinto tutto con il San Lorenzo, poi il viaggio verso l’Europa e un buon inizio in biancoceleste. Peccato che la sfortuna è dietro l’angolo e passa curiosamente da Marassi. Contro il Genoa, sfida poi finita 1-0, il ginocchio fa crack. Si capisce subito che l’infortunio è serio ma la diagnosi è impietosa. Rottura del legamento e sei mesi di stop.

Genoa-Gentiletti: da Marassi a Marassi, una rivincita lunga 6 mesi

Da lottatore vero non si arrende Gentiletti. Si allena e recupera in fretta. Dopo 237 giorni di calvario e lavoro torna in campo e c’è di nuovo lo stadio Ferraris nel suo destino. Il giorno del rientro è il 20 maggio. La Lazio è in piena corsa Champions ma deve vincere contro la Sampdoria per continuare a cullare i propri sogni di gloria. In partite del genere dribblatori e talenti puri possono bastare e allora ecco che dalla mischia spunta proprio Gentiletti. E’lui a firmare l’1-0 con cui la Lazio ammutolisce Marassi e vola verso il preliminare della più importante competizione d’Europa per club. Dopo un infortunio e una grande rivincita ora Marassi sarà la casa di Gentiletti che evidentemente aveva lo stadio genovese nel destino.

Condividi